Staminali: muore dopo l’iniezione, nuovi dubbi

Staminali: muore dopo l’iniezione, nuovi dubbi

Nuovi dubbi degli scienziati sull'utilizzo delle cellule staminali in medicina: un paziente muore dopo un'iniezione di staminali nel rene, che hanno provocato la comparsa di lesioni anomale

da in Cellule Staminali, In Evidenza, Interventi Chirurgici, News Salute, Ricerca Medica, Vasi sanguigni
Ultimo aggiornamento:

    L’iniezione di staminali nel rene è stata fatale

    Un recente caso clinico, il decesso di un paziente dopo l’iniezione di cellule staminali nel rene, lancia nuove ombre sull’utilizzo di queste cellule, considerate una vera risorsa terapeutica contro molte malattie. Il rene che ha subito il trattamento, dopo qualche mese, ha cominciato a perdere sangue, gli specialisti l’hanno espiantato, ma non sono riusciti a salvare la vita al paziente, morto per un’infezione.

    I nuovi dubbi della scienza nascono dalla terribile scoperta, fatta dopo l’espianto dell’organo dal paziente, di una complicanza finora sconosciuta: la terapia a base di cellule staminali avrebbe causato lo sviluppo di vasi sanguigni e masse di midollo osseo anomale.

    Un caso clinico, un caso di cronaca infelice che ha dato lo spunto giusto per una ricerca agli scienziati, una squadra di ricercatori di un’università di Bangkok e di Toronto, che hanno analizzato il rene rimosso per esaminare a fondo le reali cause della tragedia. E’ stato proprio questo esame approfondito dell’organo a evidenziare le anomalie preoccupanti: lo sviluppo di vasi sanguigni e di masse di midollo osseo.

    Nello studio, pubblicato sul Journal of the American Society of Nephrology, gli scienziati descrivono come la terapia a base di cellule staminali non solo non ha portato i benefici sperati, ma, al contrario, ha favorito lo sviluppo di pericolose lesioni mieloproliferative.

    Le dinamiche all’origine di questa complicanza, così come le circostanze correlate, non sono ancora chiare, ma il risultato di questo studio è importante, perchè fornisce ai ricercatori clinici un nuovo elemento prezioso, del quale tenere conto in futuro.

    Immagine tratta da: adnkronos.com

    349

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cellule StaminaliIn EvidenzaInterventi ChirurgiciNews SaluteRicerca MedicaVasi sanguigni
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI