Staminali anche dai denti del giudizio

Staminali anche dai denti del giudizio

Denti del giudizio solo fonte di dolori e spese dentistiche? Domani forse non più: sono ricchi di cellule che possono essere programmate come staminali e usate anche per riparare il cuore

da in Cellule Staminali, Cuore, Cura dei Denti, News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Staminali nei denti del giudizio

    I denti del giudizio spuntano generalmente dopo la maggiore età, ma poiché per loro non c’è spesso abbastanza spazio che garantisca una crescita regolare e sana, la loro comparsa è generalmente accompagnata da dolori e infiammazioni insopportabili. La soluzione è generalmente una sola: toglierli. Ma forse non sono del tutto inutili.

    Arriva, infatti, dal Giappone una piccola “riabilitazione” per i quattro molari posti agli angoli della bocca: la loro polpa sarebbe una vera e propria miniera di cellule staminali potenzialmente applicabili in altri settori della medicina. A sostenerlo sono i ricercatori del Japan’s National Institute of Advanced Industrial Science, che sono riusciti a ideare una tecnica per “ringiovanire” le cellule prelevate da questi denti: in sostanza riescono ad agire su quattro geni per riprogrammare le cellule dentali fino a farle diventare staminali. Le cellule così ottenute sono staminali pluripotenti (cioè in grado di dare origine a differenti tipi di cellule, non solo dentali) indotte.

    La ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica Journal of Biological Chemistry, avrebbe messo a confronto queste nuove staminali, ottenute da tre donatori, con quelle ricavate normalmente dalla pelle e dal midollo osseo e le staminali dentali risulterebbero 100 volte più efficienti.

    Ma i Nipponici non si sono fermati: hanno utilizzato le staminali dentali riuscendo a ricreare, in laboratorio, cardiomiociti, cioè cellule cardiache. L’intenzione è quella di arrivare, in futuro, a riparare il cuore di persone che hanno subito un infarto sfruttando staminali autologhe, cioè ricavate dagli stessi soggetti, e perchè no proprio dal terzo molare (i denti del giudizio si chiamano così) estratto dal dentista.

    344

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cellule StaminaliCuoreCura dei DentiNews SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI