Sport: sci, rischio infortuni e traumi alto sulle piste

Sport: sci, rischio infortuni e traumi alto sulle piste

Amanti degli sport invernali, sci e snowboard, attenzione al rischio infortuni sempre in agguato: per aggirare l’ostacolo, meglio allenare i muscoli prima di scendere in pista

da in Benessere, News Salute, Sport, Traumi
Ultimo aggiornamento:

    Sci, rischio infortuni in pista

    Per gli sciatori della “domenica”, improvvisati sulle piste senza la dose necessaria di allenamento fisico alle spalle, il rischio infortunio sembra essere davvero dietro l’angolo. Cadere, effettuare un movimento sbagliato sugli sci potrebbe costare più caro del previsto agli sciatori poco allenati e preparati fisicamente ad affrontare le discese innevate.

    Secondo il professor Sandro Rossetti, Primario del Reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale San Camillo di Roma, “chi va a sciare senza un minimo di allenamento adeguato va incontro a un’alta percentuale di possibilità di infortunio. Due sciatori su tre cadono dagli sci e rischiano di farsi male perchè non sono allenati”.

    Le cifre riportate dall’esperto parlano chiaro, la percentuale di rischio sulle piste da sci non è da sottovalutare, ma quali sono gli infortuni più gettonati? Sul podio delle lesioni più diffuse tra gli amanti delle piste da sci salgono le distorsioni alle ginocchia. I più tartassati sono sicuramente gli arti inferiori, le gambe, che sono le vittime di traumi e lesioni nel 52% dei casi, mentre le braccia sono le protagoniste solo nel 16.3% degli infortuni.

    La prevenzione dei rischi, di lesioni e traumi, passa, soprattutto dalla giusta preparazione atletica, da un allenamento muscolare adeguato.

    “Lo sci, sport di questa stagione, va affrontato con una preparazione muscolare adeguata. Quando si scia si sta con la caviglia bloccata all’interno dello scarpone, di conseguenza l’articolazione che diventa perno di rotazione è il nostro ginocchio. Dobbiamo proteggerlo dai traumi in rotazione che sono quelli frequenti in questo sport. La protezione migliore è certamente muscolare” ha aggiunto il professore.

    335

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereNews SaluteSportTraumi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI