Giornata Mondiale del Diabete: lo sport protagonista della prevenzione

Giornata Mondiale del Diabete: lo sport protagonista della prevenzione

L'attività fisica e lo sport come protagonisti principali della prevenzione del diabete: ecco uno temi ispiratori della Giornata mondiale del diabete 2010, in programma per il 14 novembre

da in Diabete, Malattie, Prevenzione, Sanità, Sport
Ultimo aggiornamento:

    Diabete, la giornata mondiale 2010

    Lo sport è il vero protagonista della prevenzione del diabete e anche della Giornata mondiale dedicata proprio a questa patologia, che si svolgerà domenica 14 novembre. Lo slogan scelto per accompagnare le numerose iniziative in programma “Corriamo più veloci del diabete”. Una dieta equilibrata, uno stile di vita sano, senza pericolosi eccessi, ma soprattutto una buona e costante dose di sport, attività fisica, sono gli ingredienti giusti per limitare il rischio di sviluppare il diabete.

    Il messaggio è chiaro, sport e alimentazione dovrebbero andare davvero “a braccetto”, per prevenire al meglio, quotidianamente il diabete e tenere a debita distanza i principali fattori di rischio per questa patologia, il sovrappeso e l’obesità.

    Le principali piazze italiane, da nord a sud, il 13 e il 14 novembre, saranno teatro di moltissime iniziative per prevenire il diabete, ma anche informare e sensibilizzare la popolazione su questo tema. Per due giorni scendono in piazza esperti, medici, operatori sanitari, infermieri, volontari e associazioni di pazienti, per allestire veri e propri presidi diabetologici, dove tutti i cittadini interessati potranno ricevere consigli, informazioni, materiale informativo e non solo.

    Due giorni di corretta informazione, ma anche di esami e controlli gratuiti in piazza: sarà possibile sottoporsi gratuitamente all’esame della glicemia e compilare un questionario diagnostico, un test studiato appositamente dagli esperti per individuare il possibile rischio diabete e la percentuale dello stesso nell’arco dei futuri dieci anni.

    Lo sport, l’attività fisica e la dieta devono essere le protagoniste della prevenzione.

    “Le linee guida internazionali e gli standard di cura italiani riconoscono nell’attività fisica un ruolo cardine nella prevenzione e nella cura del diabete. Portare, tuttavia, le persone a svolgere regolarmente un’attività fisica tale da incidere positivamente sulla prevenzione della malattia è difficile. Queste occasioni sono importanti per sensibilizzare la gente sui corretti stili di vita” ha sottolineato, nel corso della presentazione dell’iniziativa tenutasi ieri, Umberto Valentini, presidente di Diabete Italia.

    Della stessa opinione anche Gerardo Corigliano, presidente dell’associazione nazionale italiana atleti diabetici (Aniad): “ritengo che l’Italia sia un Paese leader nel campo della promozione della salute nelle persone con diabete attraverso lo sport. L’attività pionieristica dell’Aniad ha lasciato una scia nella quale si muove il movimento degli atleti diabetici capillarizzato in tutte le Regioni”.

    Per conoscere la piazza più vicina e tutte le iniziative in programma, si può consultare il sito internet www.giornatadeldiabete.it o chiamare il numero verde 800-974044.

    480

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DiabeteMalattiePrevenzioneSanitàSport
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI