Sport: le regole per fare attività fisica con il caldo

Il Medical College of Giorgia ha elaborato alcune regole fondamentali da seguire da parte di chi non vuole rinunciare a fare sport in estate, per evitare il pericolo di ipertermia, di disidratazione e di crampi muscolari

da , il

    sport con il caldo

    Cimentarsi in uno sport con il caldo è un atteggiamento che richiede la messa in atto di alcune precauzioni, per non rischiare di incorrere in alcuni disturbi come disidratazione e crampi muscolari. I veri sportivi d’altronde non rinunciano a fare attività fisica neppure in estate, perché sanno bene quali sono i benefici che essa è in grado di apportare.

    A proposito di sport in estate molto utili sono le regole da rispettare che sono state elaborate dal Medical College of Giorgia. I suggerimenti riguardano in particolare il cercare di scongiurare il pericolo di ipertermia. Durante gli esercizi fisici svolti con il caldo può infatti accadere che il sudore stenti ad evaporare e il nostro organismo non riesca ad abbassare la sua temperatura. Per evitare di incorrere in questo rischio è innanzi tutto importante procedere con l’allenamento in modo graduale, rendere più lunghi i tempi di recupero o svolgere gli esercizi più faticosi nelle ore meno calde.

    Un’altra strategia da adottare contro il colpo di calore potrebbe essere quella di indossare abiti larghi e chiari, per disperdere il calore corporeo. Per ciò che riguarda i crampi muscolari invece non dobbiamo dimenticare di difenderci con bevande contenenti molti sali minerali.

    Contro la disidratazione la regola essenziale è quella di bere molta acqua, in modo che l’organismo assuma 450 grammi di liquidi due ore prima di iniziare a fare sport e circa altri 200 grammi ogni 10 o 20 minuti nel corso dell’allenamento. Non dimenticare di bere anche dopo la fine dell’attività fisica. Solo in questo modo potremo pensare al nostro benessere, non rinunciando allo sport in estate.