Sport: l’abilità dipende anche dal cervello

Sport: l’abilità dipende anche dal cervello

A permettere di essere bravi in uno sport concorre non solo la prontezza di riflessi, ma anche le capacità derivate dall’esperienza che sono deputate ad un’area specifica della nostra corteccia cerebrale

da in Benessere, Cervello, Fitness, Primo Piano, Psicologia, Sport
Ultimo aggiornamento:

    pallone calcio

    Nello sport non conta soltanto la bravura, che può essere una dote innata, ma un ruolo fondamentale spetta anche all’esperienza. Prevedere le mosse dell’avversario nei giochi di squadra, riuscire ad intuire i processi direzionali, misurarsi con idee dettate dall’osservazione. Tutte operazioni che richiedono una certa abilità che può essere acquisita con il tempo.

    Si tratta in sostanza di un processo che coinvolge specifiche aree del nostro cervello e in particolare quelle regioni della corteccia cerebrale che sono deputate all’osservazione dei movimenti e alla preparazione a mettere in atto determinati comportamenti. Lo ha messo in evidenza Michael Wright della Brunel University, che ha sottolineato il coinvolgimento specifico delle nostre capacità cerebrali rese più mature dall’esperienza.

    Spesso si pensa che in determinati sport conti soltanto la prontezza di riflessi, che solo una persona giovane riesce a mettere in atto. Ma in realtà le cose non stanno esattamente così, visto che i soggetti più grandi possono contare sull’esperienza che hanno acquisito negli anni e che inevitabilmente è andata ad incidere sul cervello.

    In uno specifico esperimento alcuni sportivi riuscivano a prevedere in quale parte del campo sarebbe caduto un volano per mezzo della visione di un filmato.

    Una capacità non indifferente che può essere supportata soltanto da zone del nostro cervello che rispondono alle sollecitazioni di un bagaglio di conoscenze imparate nel tempo. Essere scattanti e veloci può avere un suo peso, ma anche il nostro cervello fa la sua parte nel permettere di portare avanti un’attività sportiva in maniera adeguata.

    Immagine tratta da: ferrovieriitaliani.ning.com

    337

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCervelloFitnessPrimo PianoPsicologiaSport
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI