Spinello: addio ai Coffee Shop in Olanda

Spinello: addio ai Coffee Shop in Olanda

I Coffee Shop saranno presto chiusi, a dare notizia il sindaco di Amsterdam, che ha deciso per la sistemazione del egrado sociale della città olandese, puntando a riportare alla normalità tutto il paese, liberandolo dal via vai del turismo dello spinello

da in Benessere, Cannabis, News Salute, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Droghe leggere

    Le droghe leggere non sono bene accette, a fare pensare che la salute sia presa di nuovo in considerazione come priorità assoluta anche il governo olandese, che ultimamente sta facendo dietrofront sul piano dell’antiproibizionismo. Sempre di più i Coffee Shop che chiuderanno a fine stagione, per decisione collettiva.

    I visitatori non mancano, come del resto abbondano i passanti che casualmente puntano ad Amsterdam, Rotterdam o Maasrticht per fare un salto nel Coffee a fumarsi qualche spinello, ma la mentalità salutista europea e americana sono arrivate anche in questo lembo di terra che si affaccia sul mare, perché i “turisti della canna” così etichettati, non sono più bene accetti.
    Un quinto dei Coffe Shop della città di Amsterdam saranno chiusi, come del resto anche nel resto del paese si pensa di attuare una politica restrittiva per lo spinello, non riuscendo più a gestire il pendolarismo da droga leggera.

    L’Olanda si è sempre distinta come nazione dei diritti, questo certo, data la sua autonomia garantita da un territorio molto piccolo da amministrare, che facilitava le scelte più rishciose, ma ora le autorità hanno scoperto che la nuova Olanda non è più una terra dei diritti, ma una terra della sofferenza: il sindaco di Amsterdam ha deciso così di risolvere i problemi legati al disagio sociale facendo chiudere i Coffee Shop e controllando i quartieri a luci rosse che sono troppo vicini alle scuole.

    L’Olanda era diventata una spugna assorbi vizi negli anni settanta, il vanto di certi movimenti libertari che vedevano in questo paese il simbolo della libertà e del futuro, ma ora le cose sono cambiate e anche il governo ha deciso di scegliere una strada proibizionista, che lentamente ridarà luce al paese, mentre i labouristi sono contrari a queste scelte.

    In Olanda non si può produrre droga leggera, si può solo commerciare e consumare, motivo per cui i Coffee Shop devono rifornirsi da chi, a sua volta, passa attraverso azioni illegali come spaccio e contrabbando, rari i casi di importazione diretta dal produttore al Coffee Shop.

    Con il guadagno, riportano i media, della sola mafia marocchina, ben inserita nel sistema delle vendite.

    Pensare che i Coffee Shop erano nati proprio per combattere l’illegalità e la clandestinità, che in un mercato locale erano ben controllati, ma che ora con i troppi via vai dal paese non possono più essere gestiti, a scapito della salute degli olandesi, che il governo ora ha deciso di tornare a proteggere.

    Foto da Google – Blog Your Mind
    Fonte Governo Olandese

    500

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCannabisNews SaluteSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI