Spina calcaneare: cause, sintomi e rimedi

Spina calcaneare: cause, sintomi e rimedi

spina calcaneare cause

E’ una di quelle “spine” che è difficile dimenticare di avere o togliere senza problemi: la spina calcaneare è un disturbo del piede che si presenta in modo particolarmente fastidioso e doloroso. Dolore, ma non solo, quando c’è questo problema, ogni piccolo passo può trasformarsi in un’esperienza dolorosa quanto complicata. Il tallone è il bersaglio vero e proprio del problema, ma è tutta la pianta e, di conseguenza, l’appoggio del piede, a risentirne maggiormente.

Senza troppi giri di parole, la spina calcaneare è una malattia vera e propria, che, passo dopo passo, peggiora progressivamente. Si tratta di una fascite plantare, un’infiammazione delle fibre muscolari situate sulla pianta del piede, che, con il tempo, provoca la comparsa di una sporgenza anomala in prossimità del tallone. Infiammazione e sporgenza sono gli ingredienti fastidiosi di un mix doloroso, che rischia di compromettere la libertà di movimento.

I sintomi

Altro che silenzioso, questo disturbo si fa sentire eccome. Il dolore, innanzitutto: il sintomo più evidente, quanto difficile da ignorare, della spina calcaneare è il dolore, che è trafittivo, pungente e si fa sentire, con particolare nitidezza, nel tallone. Quando il piede va in appoggio su una superficie e, in particolare, il tallone viene compresso, il sintomo doloroso tende ad acuirsi ulteriormente.

Le cause

Smascherati con facilità i sintomi, non resta che puntare il dito contro i colpevoli o presunti tali. I primi imputati sono le posture scorrette, le abitudini di vita sbagliate, responsabili dell’alterazione dell’appoggio del piede, che, a lungo andare, scatena l’accoppiata “esplosiva” infiammazione e sporgenza.

In particolare, possono essere dannosi il sovrappeso, l’obesità e l’utilizzo frequente di calzature troppo strette, con i tacchi troppo alti o troppo bassi: sia i chili di troppo sia le scarpe sbagliate sono colpevoli di costringere il piede e il tallone ad assumere posizione scorrette.

Lo sport fa bene alla salute, si sa, ma non sempre a quella dei piedi. Infatti, alcune discipline sportive, alcuni allenamenti rischiano di compromettere la funzionalità del tallone, complici gli sforzi eccessivi e le sollecitazioni ripetute. Da mettere sotto accusa soprattutto gli sport che prevedono scatti e salti, come il basket o la corsa, ma anche il calco.

I rimedi

In caso di spina calcaneare, la strategia vincente per dimenticarsi o accantonare momentaneamente il problema ha tre possibili protagonisti: il plantare, la fisioterapia e l’intervento chirurgico.

Il plantare è un buon alleato per ridurre la tensione a carico del muscoli plantari e garantire a pianta del piede e tallone la postura migliore, allo scopo di alleviare i fastidi della fascite plantare e della spina calcaneare. L’utilizzo del plantare, da inserire nelle calzature, dovrebbe essere abbinato a sedute di fisioterapia. Non si tratta, però, di una soluzione definitiva.

Se il plantare e la fisioterapia non bastano, meglio optare per un trattamento più risolutivo, l’intervento chirurgico. Nulla di troppo invasivo o rischioso, grazie alla tecnica percutanea è possibile risolvere il problema, cioè eliminare la spina calcaneare, con un intervento della durata di pochi minuti, l’anestesia locale e un foro di qualche millimetro all’altezza del tallone.

626

Leggi anche:Dolore al seno: cause e quando allarmarsiMalnutrizione e denutrizione: sintomi, cause e conseguenzeLe 10 maggiori cause di morteErnia inguinale: sintomi, cause e rimedi

Segui Tanta Salute

Mer 29/08/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Nirvana de vitis 23 ottobre 2014 09:31

da un po di tempo soffro di dolori lancinanti ai piedi mi hanno suggerito di fare delle lastre cosa che ho fatto e come responso mi hanno risposto che ho la presenza di spine calcaneari superiori ed inferiori e a sin di calcificazioni inserzionali della fascia plantare. Con queste risposte come dovrei regolarmi per farmi passare il dolore? Grazie attendo risposta.

Rispondi Segnala abuso
Seguici