NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sonno: quello leggero dipende dalle onde alfa del cervello

Sonno: quello leggero dipende dalle onde alfa del cervello

Una ricerca statunitense ha scoperto che il sonno leggero dipende dalle onde alfa del cervello che si originano anche mentre dormiamo

da in Benessere, Cervello, Insonnia, Primo Piano, Ricerca Medica, Sonno
Ultimo aggiornamento:

    sonno leggero onde alfa cervello

    Il sonno leggero dipende dalle onde alfa del cervello. Lo hanno scoperto gli studiosi del Massachusetts General Hospital, Division of Sleep Medicine di Boston, che hanno condotto una ricerca specifica sull’argomento, mettendo in evidenza quanto il sonno sia soggetto ad essere disturbato da rumori o altri elementi che provengono dall’esterno.

    Le onde cerebrali alfa hanno la funzione di far passare allo stato di veglia e quindi renderebbero fragile il sonno degli individui. Probabilmente la scoperta in questione potrebbe portare anche a mettere in luce come fare a dormire bene. I ricercatori si sono occupati di prendere in considerazione il sonno di alcuni volontari, che per tre notti hanno dormito nei laboratori del sonno. Il tutto è stato portato avanti tramite un elettroencefalogramma, utilizzato per registrare le varie onde che caratterizzano l’attività elettrica del cervello.

    In questo modo si è potuto riscontrare che le onde alfa vengono prodotte non solo durante la veglia, nei momenti in cui ci si trova in una condizione di rilassamento, ma anche durante il sonno. Se si misura l’intensità di queste onde mentre dormiamo, è possibile riuscire a capire quanto sia leggero il sonno di una persona e quindi la probabilità di svegliarsi in presenza di rumori.

    L’insonnia comporta anche una riduzione del piacere ed è difficile da affrontare. Ma, in seguito a questa scoperta, la ricerca scientifica spera di poter giungere alla possibilità di intervenire sul sonno, controllando le onde alfa. Si tratterebbe di un sistema più efficace rispetto a quello usato dai sonniferi, che agiscono sul cervello nella sua totalità.

    329

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCervelloInsonniaPrimo PianoRicerca MedicaSonno
    PIÙ POPOLARI