NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sonno: l’attività fisica lo migliora

Sonno: l’attività fisica lo migliora

I bambini, che durante il giorno hanno l’occasione di compiere un po’ di attività fisica, possono usufruire di un sonno migliore sia livello quantitativo che qualitativo

da in Bambini, Benessere, Obesità, Primo Piano, Ricerca Medica, Sonno
Ultimo aggiornamento:

    sonno

    I ritmi del sonno sono soggetti a variazioni a seconda anche del nostro stato emotivo. In ogni caso il nostro benessere fisico è strettamente legato a quello mentale. Mente o corpo non sono separabili e questo vale anche nel caso del sonno, che sembra essere favorito da uno stile di vita non basato sulla sedentarietà.

    Da uno studio portato avanti dai ricercatori della Monash University di Melbourne, in Australia, e dell’Universita’ di Auckland, in Nuova Zelanda e pubblicato sulla rivista “Archives of Disease in Childhood” è emerso che, se i bambini compiono una certa quantità di attività fisica nel corso della giornata, la sera si addormentano prima e possono usufruire di un sonno migliore anche a livello qualitativo.

    Lo studio ha avuto modo di dimostrare che ogni ora del giorno che i bambini trascorrono senza svolgere attività fisica ritarda di tre minuti il sonno, mentre, al contrario di quanto si ritiene comunemente, guardare la televisione bob inciderebbe sulla qualità del sonno. Per giungere a queste considerazioni per certi versi sorprendenti, gli studiosi hanno tenuto in considerazione 519 bambini di circa 7 anni di età.

    Dei bambini sono state esaminate le loro abitudini relative all’attività fisica svolta e al sonno notturno.

    Dallo studio è risultato che i bambini, i quali durante il giorno avevano l’occasione di fare più movimento, la sera si addormentavano prima e dormivano per più ore nel corso della notte.

    L’attività fisica per tutti e in particolare per i più piccoli si rivela ancora una volta un vero toccasana per la salute, contribuendo notevolmente a migliorare il sonno, oltre che a combattere l’obesità.

    Immagine tratta da: soulista.blog.deejay.it

    335

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniBenessereObesitàPrimo PianoRicerca MedicaSonno
    PIÙ POPOLARI