NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sonno, alleato del cervello, della memoria e dell’apprendimento

Sonno, alleato del cervello, della memoria e dell’apprendimento

Il sonno è la chiave del successo e della salute, soprattutto quando si tratta di cervello, memoria, capacità di apprendimento, ragionamento e logica

da in Memoria, News Salute, Ricerca Medica, Sonno
Ultimo aggiornamento:

    Sonno, toccasana per il cervello e la memoria

    Il sonno è un vero toccasana per tutti, o quasi, gli aspetti della vita: un buon riposo è l’ingrediente fondamentale per la ricetta della salute, ma non solo, è anche un alleato prezioso del cervello, della memoria, dell’apprendimento e della logica. Dormire sonni davvero tranquilli, concedersi la giusta dose di riposo ogni giorno aiuta a tenere bene impresse nella memoria tutte le informazioni apprese, facilita il “lavoro” del cervello, la logica e la soluzione di nuovi problemi.

    Protagonista insostituibile della salute e dell’equilibrio di una persona: il sonno è il cibo perfetto per il cervello, per la memoria, la capacità di apprendimento, ma anche di logica e di ragionamento. Le potenzialità, già accennate da altri studi in materia, del sonno, sono emerse con chiarezza da una recente sperimentazione a stelle e strisce, firmata e condotta da Michael Scullin, esperto della Washington University di St. Louis.

    I risultati dello studio, che ha evidenziato senza lasciare più dubbi lo stretto legame tra sonno, cervello, funzioni cognitive & co., è stato presentato a Minneapolis in occasione di SLEEP 2011, il 25° Meeting dell’Associated Professional Sleep Societies.

    Per giungere a queste conclusioni, la ricerca ha messo in relazione il sonno, l’apprendimento e la capacità di gestire problemi, coinvolgendo un centinaio di studenti, che, non avendo alcuna conoscenza pregressa di economia, hanno seguito, durante il giorno, lezioni introduttive di microeconomia. Monitorandone la capacità di apprendimento, di risoluzione dei problemi e di logica, attraverso specifici test, prima e dopo ben dodici ore di sonno. E’ stato dimostrato che è proprio lui il sonno la chiave del successo, o, meglio il “collante” che permette alle informazioni di imprimersi al meglio nella memoria.

    350

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MemoriaNews SaluteRicerca MedicaSonno
    PIÙ POPOLARI