Sondaggio Pic sui buoni propositi: ora conosciamoci meglio

Sondaggio Pic sui buoni propositi: ora conosciamoci meglio
da in Benessere

    sondaggio pic

    Grazie al sondaggio Pic lanciato proprio su TantaSalute.it abbiamo scoperto quali sono i buoni propositi più quotati dai nostri lettori. Sapete cosa frulla per la testa della maggioranza di voi? Viaggi, ne vorreste fare di più, Ansia, ne vorreste avere di meno, Cultura, ambite ad ampliare le vostre conoscenze. Scopriamo insieme tutti i risultati del sondaggio e qualche trucco per trasformare i buoni propositi in realtà e l’ansia, che colpisce il 53% dei nostri lettori, in un punto di forza. Curiosi?

    Nel corso del sondaggio Pic ben 5.517 lettori hanno risposto ad alcune domande riguardanti i buoni propositi per l’autunno 2016, dalla cura del corpo alla cultura, dalle nuove esperienze che vorrebbero fare alla capacità di passare dalla teoria alla pratica.

    Partiamo dalla cura del corpo: il 70% dei lettori di TantaSalute.it ha dichiarato di voler dedicare più tempo all’attività fisica facendo camminate e andando in palestra. Il 66% di voler migliorare il proprio regime alimentare, un numero minore invece di voler fare più controlli medici o abbandonare qualche cattiva abitudine. Evidentemente i lettori di TantaSalute.it, ben informati, sanno quanto il movimento e l’alimentazione sana siano importanti per restare in forma e in salute.

    Non solo, i lettori che hanno partecipato al sondaggio Pic si sono rivelati anche parecchio ambiziosi e appassionati di cultura: il 47% vorrebbe arricchire il proprio bagaglio leggendo più libri, il 35% si iscriverebbe volentieri a un corso di lingua inglese, spagnola, giapponese o addirittura russa, il 26% aspira a partecipare con maggiore frequenza a eventi culturali.

    E i viaggi? Il 60% ha l’animo avventuriero, il 33% di lettori vorrebbe partecipare a più raduni, fiere e occasioni di incontro sociali mentre il 28% punta sul volontariato.

    Rinnovarsi è un buon proposito ma in che modo? Il 42% vorrebbe portare una ventata di freschezza tra le pareti domestiche intervenendo sull’arredamento. Circa il 32% vorrebbe cambiare un aspetto della vita privata, per esempio il partner , perché si sa, a volte viene a noia! Il 39% darebbe una sferzata di novità alla vita lavorativa.

    Abbiamo poi chiesto ai nostri lettori cosa desiderano migliorare del proprio atteggiamento e, rullo di tamburi, la maggioranza ben il 52% ha risposto di voler provare meno ansia, il 40% desidera essere più ottimista, il 39% più grato per le cose che ha, il 20% meno permaloso.

    Evviva l’ autocritica!

    Ma chi, di fatto, si impegna per mantenere i buoni propositi nel tempo? E quali sono i trucchetti più quotati per riuscirci? Il 45% dei nostri lettori immagina i risultati, il 23% punta sul risparmio mettendo da parte il denaro necessario per realizzarli, il 19% scrive una semplice lista. I restanti ricorrono a diari, calendari o ad amici con cui condividere i buoni propositi.

    E per quanto riguarda i blocchi più comuni che impediscono di passare dalla teoria alla pratica? Il 37% ammette di non avere abbastanza determinazione, circa il 37% accusa la scarsità di risorse economiche, il 27% ritiene di non avere abbastanza tempo (sicuri che questi non siano alibi?).

    Insomma, mantenere i buoni propositi risulta un tantino difficile ma con qualche trucchetto ad hoc ci si può riuscire. Visto che l’ansia rappresenta una delle paure più diffuse tra i nostri lettori, prossimamente vi sveleremo come imparare a conviverci serenamente. A dispetto di quanto si creda, le paure possono trasformarsi in preziose amiche se le osserviamo da un’altra prospettiva. Ci soffermeremo anche sui buoni propositi culturali e sulla volontà di rinnovarsi per non rimanere sempre uguali a se stessi. Dimostrando come la salute di un corpo passi anche dalla salute delle sua mente. Stay tuned!

    Contenuto di informazione pubblicitaria

    699

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Benessere
    PIÙ POPOLARI