Solidarietà e salute: sms solidale per i bambini prematuri

Solidarietà e salute: sms solidale per i bambini prematuri

Basta un sms al numero 45503 per contribuire al progetto “Una Culla per la Vita”, promosso da OBM Onlus, per dotare l’Ospedale Buzzi di Milano di una nuova postazione per i bimbi prematuri

da in Bambini, News Salute, Sanità, nascite-premature
Ultimo aggiornamento:

    Sms solidale per i bambini dell'ospedale buzzi

    Basta poco, un piccolo grande gesto di solidarietà per i piccoli prematuri dell’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano: un sms per contribuire al progetto “Una Culla per la Vita”, che permetterà a OBM Onlus di donare una nuova postazione e umanizzare il reparto di Terapia Intensiva Neonatale della struttura lombarda.

    Sono gli ultimi giorni utili per non lasciarsi sfuggire l’opportunità di dare il proprio contributo per la cura di questi piccoli prematuri. Fino al 18 aprile, è possibile inviare un sms solidale al numero 45503 o chiamare lo stesso numero da rete fissa per donare 2 euro a OBM Onlus, l’Associazione impegnata per rendere l’Ospedale Buzzi sempre più a misura dei bambini.

    Nato nel 2006, il progetto “Una Culla per la Vita” ha sempre avuto un intento preciso, quello di dotare il
    reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale milanese di nuove culle termoregolate, appositamente dedicate ai bambini gravemente prematuri. Sono già state acquistate sette culle, che, però, oggi, a distanza di cinque anni, non sono più sufficienti, perché il numero delle nascite premature è in crescita e servono più postazioni.


    La nuova campagna di raccolta fondi, che ha come testimonial d’eccezione un volto noto del piccolo schermo, la giornalista e mamma Ilaria D’Amico, serve proprio a questo, a regalare ai piccoli prematuri del Buzzi una nuova postazione, composta da culla termoregolata, monitor e respiratore. Grazie a questa nuova dotazione, sarà possibile accogliere in un anno altri trenta bambini gravemente prematuri, che si andranno ad aggiungere ai circa cento già ospitati dal reparto.

    329

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniNews SaluteSanitànascite-premature
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI