Sole: la fotoprotezione deve essere personalizzata

Sole: la fotoprotezione deve essere personalizzata

Quando si tratta di sole ed esposizione alla radiazioni solari, meglio non sottovalutare l’importanza della prevenzione: per non rischiare la pelle, la protezione deve essere personalizzata

da in Benessere, In Evidenza, Pelle, Ricerca Medica, Sole
Ultimo aggiornamento:

    Raggi solari, fotoprotezione personalizzata

    Estate alle porte, temperature in rapida ascesa e il sole? La tintarella è in cima ai desideri di molti italiani, in vista dell’abbigliamento più leggero e “generoso” quanto a centimetri di pelle scoperti della stagione estiva, ma è bene dosarlo e gestirlo nel modo giusto, prendendo solo il meglio dei raggi solari e tenendo, invece, a debita distanza i rischi. Gli esperti non hanno dubbi: la fotoprotezione efficace deve essere personalizzata.

    Proprio come un abito su misura, anche i solari e le creme protettive, protagonisti indiscussi della fotoprotezione, dovrebbero essere personalizzati al massimo, per garantire il massimo, anche in termini di efficacia contro le scottature.

    Secondo i dermatologi, la difesa della pelle dall’aggressione dei raggi solari ha due ingredienti fondamentali: i solari di seconda generazione e la protezione personalizzata. Meglio archiviare come “passati di moda” o, meglio eliminare i prodotti solari, crme, gel o spray, generici.

    Infatti, la nuova frontiera della fotoprotezione sono i solari di seconda generazione che uniscono con un’azione sinergica i filtri solari e principi attivi capaci di riparare i danni che l’esposizione al sole arreca al DNA della pelle.

    Personalizzata, grazie: anche quando si tratta di scegliere i prodotti per la prevenzione dei danni da radiazioni solari, è importante tenere in debita considerazione le caratteristiche specifiche di ognuno. Ogni essere umano presenta un profilo e caratteristiche della pelle diversi, che vanno dal fototipo, alla presenza di acne, nevi o impurità, che non possono essere sottovalutate, quando si devono prevenire i pericolosi danni del sole.

    331

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereIn EvidenzaPelleRicerca MedicaSole
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI