Sintomi influenza: quest’anno cosa ci aspetta?

Sintomi influenza: quest’anno cosa ci aspetta?

Quello con l'influenza, con i suoi tipici sintomi, è un appuntamento che si ripresenta puntuale ogni dodici mesi

da in Infezioni, Influenza, Malattie, Primo Piano, Virus influenzale
Ultimo aggiornamento:

    sintomi influenza 2010

    Cominciano a registrarsi già i primi casi di persone a letto con i sintomi dell’influenza. Gli esperti ci avevano avvisato: il picco sarà a dicembre ma i primi contagi potrebbero cominciare già a fine ottobre o inizio novembre. Ma come riconoscere i sintomi della vera influenza da quelli dei cosiddetti virus parainfluenzali, che ci mettono a letto anche in altri periodi dell’anno?

    I sintomi della vera influenza
    sintomi influenza
    A differenza di molte altre forme infettive delle vie aeree, l’influenza si riconosce per alcuni sintomi caratteristici, rilevabili nelle persone da 1 a 70 anni, indipendentemente dal tipo di virus influenzale stagionale. Quest’anno sono tre i virus influenzali da tenere d’occhio: l’H1N1 (quello della suina) e due virus australiani, l’H3N2 e il B-Brisbane.

    Sono tre i sintomi che identificano l’influenza, ovviamente anche quella 2010-2011:

  • febbre alta che compare in modo brusco e improvviso (la temperatura corporea supera i 38° C), accompagnata da stanchezza e brividi;
  • dolori muscolari e articolari su tutto il corpo, risultato della risposta dell’organismo all’attacco virale;
  • dopo alcune ore sopraggiungono anche i sintomi respiratori, su tutti in particolare la tosse, secca e persistente.
  • Se non è influenza, ma dipende da virus parainfluenzali come quella che ha colpito anche questa estate, invece, compaiono mal di testa, mal di gola, raffreddore, senso di stanchezza e costipazione, comunque sintomi più blandi di quelli influenzali: non ci sono dolori muscolari né tosse secca e persistente. La febbre, se c’è, tende a mantenersi bassa.

    I casi particolari
    sintomi influenza casi particolari
    Sotto l’anno d’età e negli anziani over 70 anni, distinguere l’influenza da altri malesseri o da una parainfluenza si fa più difficile, perché i sintomi non sono così inequivocabili. Anche per questo è sempre necessario rivolgersi al medico nel caso in cui l’influenza colpisca queste fasce di età (mentre generalmente si può contrastare l’influenza con una corretta automedicazione).

    Nei neonati, infatti, la febbre non si manifesta, mentre può comparire inappetenza, associata a diarrea.

    Anche negli anziani niente febbre e neppure diarrea, ma la persona può apparire confusa e con la mente annebbiata.

    Sintomi differenti possono, infine, comparire in chi si è sottoposto alla vaccinazione antinfluenzale (sono in corso proprio in queste settimane le campagne di vaccinazione preventiva in tutta Italia). Il vaccino, infatti, è efficace nell’80% dei casi e, quindi, ci sono persone che, pur vaccinate, possono ugualmente ammalarsi. In questo caso, però, i sintomi sono decisamente più blandi: la febbre può essere lieve o non comparire del tutto, pur trattandosi di influenza a tutti gli effetti.

    Per approfondire consigliamo:
    Influenza dietro l’angolo, ma il picco a dicembre
    Influenza: prevenzione con la dieta giusta
    Il vaccino anti-influenzale del futuro in un cerotto

    678

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfezioniInfluenzaMalattiePrimo PianoVirus influenzale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI