Sintomi Hiv: dopo quanto si manifestano e come riconoscerli

I sintomi dell’Hiv dopo quanto si manifestano? Come riconoscerli? Essi comprendono molte manifestazioni a seconda delle varie fasi della malattia.

da , il

    sintomi hiv dopo quanto si manifestano come riconoscerli

    Sintomi Hiv: dopo quanto si manifestano e come riconoscerli? La sindrome da immunodeficienza acquisita è una malattia che rende difficile all’organismo contrastare le altre malattie infettive. Il virus dell’Hiv causa l’aids, danneggiando parte delle difese del corpo, che di solito si adoperano contro le aggressioni esterne. L’Hiv può essere trasmesso attraverso il contatto diretto con il sangue e con i liquidi del corpo di una persona infetta. Il contagio può avvenire scambiandosi aghi o avendo rapporti sessuali non protetti. Un neonato può contrarre l’Hiv dalla madre infetta. Vediamo di saperne di più sui sintomi.

    Dopo quanto si manifestano

    dopo quanto hiv

    L’infezione da Hiv può essere suddivisa in quattro stadi: incubazione, infezione acuta, periodo di latenza, aids. Il periodo di incubazione è totalmente asintomatico e dura da 2 a 4 settimane dal momento del contagio. Durante l’infezione acuta, che dura in media 28 giorni, si manifestano sintomi tipicamente influenzali. La terza fase è di nuovo priva di sintomi e può durare da 2 settimane a 20 anni. Nella fase dell’aids conclamato si ha uno sviluppo di infezioni, polmonite, micosi e tumori vari.

    Febbre

    febbre hiv

    Uno dei primi segnali del contagio da virus Hiv è una febbre lieve, che in certi casi può raggiungere anche i 38 °C. La febbre è accompagnata spesso da stanchezza, gonfiore alle ghiandole linfatiche e mal di gola. Il sistema immunitario manifesta una reazione infiammatoria, perché il virus si muove nel flusso sanguigno e comincia a replicarsi.

    Ingrossamento dei linfonodi

    linfonodi hiv

    Il virus provoca anche l’ingrossamento delle ghiandole linfatiche. I linfonodi, infatti, fanno parte del sistema immunitario e tendono ad infiammarsi in presenza di un’infezione. Alcuni di questi linfonodi si trovano sotto l’ascella, nell’inguine e sul collo. Il tutto può portare anche al manifestarsi del mal di gola.

    Eruzioni cutanee

    eruzioni cutanee hiv

    Le eruzioni cutanee possono apparire soprattutto sulle braccia e sul tronco. Si tratta in genere di eruzioni non facilmente rapportabili ad altre cause e difficilmente curabili.

    Dolori muscolari

    dolori hiv

    Il dolore alle articolazioni e ai muscoli è un altro sintomo caratteristico del contagio da Hiv. E’ una di quelle manifestazioni sintomatiche che rende simile questa malattia al manifestarsi di un’influenza, nella seconda fase.

    Malessere generale

    malessere hiv

    La reazione infiammatoria prodotta dal sistema immunitario può determinare una sensazione generale di malessere e di stanchezza.

    Piaghe in bocca e nel canale esofageo

    piaghe hiv

    In chi è affetto dal virus dell’Hiv si possono manifestare delle piaghe in bocca o nell’esofago, solitamente dovute all’herpes labiale. Quest’ultima si origina con più facilità, perché la malattia indebolisce il sistema immunitario.

    Nausea e vomito

    nausea hiv

    E’ stato stimato che dal 30% al 60% delle persone, anche nelle fasi iniziali dell’Hiv, presentano nausea, vomito e diarrea. Di solito sono sintomi dovuti al manifestarsi di un’infezione opportunistica.

    Perdita di peso

    perdita di peso hiv

    La perdita di peso potrebbe essere dovuta alle forme particolarmente gravi di diarrea.