Sinestesia: le sensazioni condivise

Sinestesia: le sensazioni condivise
da in News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Fiore

    Si chiama Sinestesia ed è la capacità da parte di alcuni persone di percepire sensazioni e stimoli in maniera del tutto diversa rispetto agli altri. I ricercatori hanno fatto riferimento all’evidenza di come per molti individui le lettere dell’alfabeto assumano un significato unico e personalissimo, ad esempio, leggendo una lettera dell’alfabeto alcuni sono portati ad associare un colore.Tali esperienze sono definite cross-sensoriali e così una fragranza annusata in queste persone viene associata a determinati colori, stessa cosa potrebbe avvenire anche con i suoni.

    Tale constatazione è il frutto di uno studio condotto da Ferrinne Spector e Daphne Maurer dell’Università McMaster di Hamilton, in Canada, che hanno chiesto a 78 volontari, non sinestesici, di annusare 22 differenti odori e di assegnare a ciascuno di questi un colore e una sensazione tattile.

    Tolti gli ovvi accostamenti, il profumo d’arancio, ad esempio, è ovvio che faccia pensare al colore arancione, si è giunti alla conclusione che in molte persone l’accostamento cromatico era condiviso a determinati oggetti o piante, giallo o blu per i funghi, ad esempio, verde per la lavanda etc.

    E se dunque c’è una tale comunanza di sensazioni, secondo gli scienziati “Sicuramente c’è un’influenza dell’apprendimento,” come ha anche spiegato Spector al meeting dell’Associazione Americana di Sinestesia, lo scorso 27 settembre, “ma non giustificherebbe tutte le associazioni.”

    Ne consegue che dovranno essere svolte ulteriori ricerche in tal senso al fine di chiarire il significato di certe esperienze condivise che potrebbero anche spiegare perché all’interno di un nucleo familiare si verificano eventi che altrove, nelle medesime condizioni, non avvengono proprio.

    287

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI