Sindrome Premestruale: una nuova pillola per contrastarla

Sindrome Premestruale: una nuova pillola per contrastarla

la Sindrome Premestruale è un fatto sicuramente per nulla poco diffuso nelle donne, si pensi che ne soffrono almeno 25 donne su 100, le altre, pur manifestando qualche sintomo, possono continuare a godere di una vita relativamente normale prima di quei ” giorni “

da in Acne, Benessere, Ciclo Mestruale, Ginecologia, In Evidenza, Ormoni, Salute Donna, Sindrome-Premestruale
Ultimo aggiornamento:

    Sindrome premestruale

    Ben sanno le donne cosa mai sia la Sindrome Premestruale, ovvero quella condizione che precede di qualche giorno, una settimana massimo, il ciclo mestruale vero e proprio e che determina nella donna che ne soffra una serie di sintomi tali da incidere negativamente sulla qualità della sua vita. Se ne è parlato ad un Congresso di ginecologia presso l’Università degli Studi di Cagliari, anche alla luce di un nuovo farmaco che avrebbe come effetto quello di contrastare i sintomi più penosi della Sindrome Premestruale.

    Del resto, come sarebbe emerso dal Convegno sardo, la Sindrome Premestruale è un fatto sicuramente per nulla poco diffuso nelle donne, si pensi che ne soffrono almeno 25 donne su 100, le altre, pur manifestando qualche sintomo, possono continuare a godere di una vita relativamente normale prima di quei “ giorni “.

    Una donna su tre è affetta dalla Sindrome Premestruale

    Può risultare utile quanto effettuato da un gruppo di medici che si sono presi la briga di lanciare un sondaggio sul web al fine di constatare quanto tale sindrome incidesse sulla qualità della vita delle donne, interrogando una popolazione di 2.000 appartenenti al gentil sesso che aveva, nel 78% dei casi, un’età al di sotto dei 30 anni e nell’88% dei casi erano impegnate in un rapporto di coppia.

    Sulla base dei riscontri ottenuti si sarebbe palesata una serie di sintomi tutti ascrivibili alla Sindrome Premestruale in un caso su tre e che comportano cambiamenti improvvisi dell’umore, tristezza e depressione; su 27 donne su cento erano invece presenti soltanto gli ultimi due sintomi accompagnati da irritabilità. Non sono mancati, nel 35% delle persone intervistate, casi di ritenzione idrica e gonfiore, mentre su 31 casi su cento era presente la cefalea e nel 20% dei casi riportati la tensione mammaria.

    La soluzione in una nuova pillola da assumersi ogni giorno

    Secondo la professoressa Alessandra Grazziotin, direttore del Centro di Ginecologia dell’Ospedale San Raffaele Resnati di Milano, esiste il modo per dire basta a tutto ciò, semplicemente assumendo una nuova pillola a basso dosaggio ormonale per 24 giorni di trattamento seguiti da 4 giorni di assunzione di placebo.“ L’assunzione di tre pillole aggiuntive di ormone estroprogestinico, ha detto Anna Maria Paoletti, docente di Ostetricia e Ginecologia dell’Università di Cagliari, riduce la fluttuazione ormonale, portando così i citati vantaggi rispetto agli altri anticoncezionali, mentre le quattro pillole placebo, annullando il bisogno di pausa tra una confezione ed un’altra, abbattono il rischio di dimenticanza e di errori di assunzione, frequenti nelle adolescenti “ .

    La pillola da assumersi per 24 giorni contiene bassi dosaggi di drospirenone, 3 mg. e etinilestradiolo in quantità infinitesimali; proprio il drospirenone è quello che risulterebbe maggiormente indicato nella Sindrome Premestruale per via dell’azione esplicata a livello del Sistema Nervoso Centrale potendo migliorare non solo l’aspetto psicologico della paziente, dunque intervenendo efficacemente sull’irritabilità e sul cambiamento dell’umore improvviso, oltre che sull’eventuale depressione in generale, ma esplica la sua azione anche contrastando la ritenzione idrica per non contare l’effetto che detto ormone esercita a livello antiandrogenico, ovvero contrastando l’eccesso di sebo, di peluria e dell’acne, prima e durante i fatidici giorni che concernono il ciclo mestruale.

    Un motivo in più, insomma, per rivolgersi al proprio ginecologo informandosi con lui sull’eventualità esistano i presupposti per potere assumere detto nuovo farmaco.

    Fonte: Medici Oggi

    639

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AcneBenessereCiclo MestrualeGinecologiaIn EvidenzaOrmoniSalute DonnaSindrome-Premestruale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI