Sindrome del piriforme: sintomi, cause e rimedi

La sindrome del piriforme si manifesta con un dolore al gluteo e al nervo sciatico. Le cause sono varie e i rimedi farmacologici o infiltrativi.

da , il

    Sindrome del piriforme: quali sono i sintomi, le cause e i rimedi? Il muscolo piriforme ha una forma triangolare e si trova nella natica in profondità, dietro il gluteo. Svolge la funzione importante di favorire la rotazione dell’anca, della gamba e del piede verso l’esterno. Viene impiegato nel movimento della parte inferiore del corpo, perché stabilizza l’articolazione e, contraendosi, permette di camminare. Al di sotto di esso passa il nervo sciatico. Nella sindrome del piriforme questo muscolo comprime proprio il nervo sciatico, determinando un disturbo doloroso. Vediamo di saperne di più.

    I sintomi

    I sintomi della sindrome del piriforme consistono in un dolore profondo al gluteo, che aumenta se quest’ultimo viene sottoposto alla palpazione. La sensazione dolorosa può distribuirsi lungo il percorso effettuato dal nervo sciatico. Il dolore inoltre tende a peggiorare con la corsa o dopo che si è stati seduti per un tempo prolungato. In alcuni casi possono essere presenti dei sintomi neurologici, che si manifestano con una riduzione della sensibilità e della forza dell’arto.

    Le cause

    Le cause della sindrome del piriforme possono essere varie. Questo disturbo, infatti, può essere determinato da un trauma, da uno sforzo eccessivo o dal fatto che i muscoli dei glutei rimangono in inattività per molto tempo. Circa il 50% dei pazienti con sindrome del piriforme è stato coinvolto in un episodio traumatico, che ha interessato la natica, l’anca o la parte inferiore della schiena. Altre cause possono essere costituite da interventi all’anca, da iperlordosi lombare, da anomalie muscolari con ipertrofia. Il disturbo può essere causato anche da un’eccessiva pronazione del piede: accade che il muscolo piriforme si contrae ripetutamente ad ogni passo per un meccanismo di compensazione. Per la diagnosi della malattia è importante escludere altre patologie, che possono interessare la schiena, come l’ernia o la stenosi del canale midollare.

    I rimedi

    La terapia per la sindrome del piriforme può essere di tipo farmacologico o infiltrativa. Nel primo caso si usano degli antinfiammatori e dei miorilassanti, che hanno l’obiettivo soprattutto di ridurre la sensazione dolorosa al gluteo. Nel secondo caso nel muscolo piriforme vengono infiltrati degli anestetici locali e dei corticosteroidi. Questo intervento viene condotto per mezzo dell’aiuto dell’ecografia o attraverso la tac. Dopo la cura, la ripresa dell’attività fisica deve avvenire in modo graduale. Nelle fasi più dolorose può essere utile riposare con un cuscino tra le ginocchia, in modo da creare meno tensione al muscolo.