Sigaretta elettronica: dalla Cina una sigaretta innocua, davvero

Sigaretta elettronica: dalla Cina una sigaretta innocua, davvero

Sigaretta elettronica: dalla Cina una sigaretta innocua, davvero

da in Fumo, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    La Crownseven

    Fumatori incalliti e non, unitevi, da oggi in poi nessuno potrà tacciarvi di essere untori dell’umanità di manzoniana memoria, nessuno potrà storcere più il muso di fronte al vostro timido tentativo di cercare di nascondere una sigaretta da occhi indiscreti e nessuno potrà più multarvi perchè vi ostinate a fumare nei luoghi pubblici; no, non è uno spaccato di un mondo meno intollerante, né tanto meno siamo di fronte a rivoluzionarie acquisizioni scientifiche che abbiano ribaltato le conoscenze circa i danni da fumo, tutt’altro, fumare, continua a fare sempre male.

    Eppure dall’America arriva una notizia interessante, una sigaretta elettronica che, pur soddisfacendo i palati dei fumatori più esigenti, non solo non fa male, ma non inquina l’ambiente, non sporca e non affumica, ecco perchè può essere fumata anche nei luoghi aperti al pubblico, poichè, con un complicato meccanismo intrinseco, immette nell’aria solo vapore acqueo e funziona con ricariche di nicotina pre dosate.

    La particolare sigaretta viene dalla Cina e si può acquistarla on line, gli americani si sono letteralmente innamorati di questo oggetto del desiderio al punto da ordinarlo in migliaia e migliaia di pezzi. La sigaretta consiste in una batteria posta all’interno con annesso vaporizzatore, una ricarica di nicotina e un particolare sistema che miscela anche un aroma di tabacco a cui si aggiunge una sostanza innocua alla salute, il glicole propilene, un additivo alimentare. Poiché la sigaretta elettronica non contiene sostanze chimiche di nessuna natura, il rischio cancerogeno o di eventuali malattie cardiache, imputate alla classica sigaretta, con questo nuovo accorgimento vengono del tutto eliminate.

    La sigaretta elettronica viene ricaricata come una pipa, con apposite dosi di nicotina che, oltretutto, visti i costi inciderebbero sull’economia del fumatore in maniera meno significativa che con le tradizionali sigarette. Inoltre, a seconda che si tratti di un fumatore di sigarette, di sigari o di pipa, vengono offerte tre diversi tipi di sigarette elettroniche.

    La sigaretta elettronica, che si chiama Crown 7 apporta una quantità di nicotina minimale al punto da non togliere il gusto del fumo in chi l’aspira, inoltre, non essendoci combustione vengono meno quelle sostanze residue della combustione, catrame, ossido di carbonio, benzene contenute nelle tradizionali sigarette e, dunque, non si arreca alcun danno alla salute, per giunta, il fumo o meglio il vapore d’acqua che si sprigiona nell’ambiente,non potendo disperdere nicotina che invece viene trattenuta all’interno dei filtri, è del tutto innocuo costituendo soltanto di particelle d’acqua.

    Le aziende americane che hanno acquisito i diritti di commercializzazione di questa nuova sigaretta si ritengono entusiasti della scoperta cinese, visto che a loro dire soddisfa i gusti dei fumatori senza arrecare danno a se e agli altri. Non mancano tuttavia le critiche di chi ritiene che il gusto della sigaretta elettronica sia troppo edulcorato, così come non mancano coloro che ritengono questo aggeggio troppo voluminoso e scomodo soprattutto se utilizzato fuori casa.

    C’è anche da dire, però, che laddove la sigaretta elettronica dovesse mantenere ciò che promette, allo stesso modo con cui viene propagandata, avrebbe un altro vantaggio, quello di disasueffare dal tabagismo e, solo per questo, se riuscisse nello scopo, sarebbe una vera conquista socio-sanitario.

    574

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FumoNews Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI