NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sideremia alta: sintomi, cause e rimedi

Sideremia alta: sintomi, cause e rimedi
da in Ferro
Ultimo aggiornamento: Martedì 14/04/2015 10:12

    sideremia alta sintomi cause rimedi

    Sideremia alta: quali sono i sintomi, le cause e i rimedi? Questa condizione si riscontra quando i valori del ferro nel sangue superano i 150-160 mcg/dl per gli adulti e 119 mcg/dl per i bambini. Il ferro è importante per il nostro organismo, però, quando la sua quantità supera i livelli considerati normali, si possono avere molti sintomi a carico del sistema nervoso, delle ossa, del cuore e del metabolismo. Manifestazioni sintomatologiche tipiche sono affaticamento, disturbi dell’umore, dolori articolari, ingrossamento del fegato e della milza. Le cause possono consistere in una dieta troppo ricca di ferro e per rimediare bisogna curare anche spesso la propria alimentazione.


    I sintomi

    I sintomi della sideremia alta coinvolgono parecchi apparati del nostro corpo. Possono interessare il sistema nervoso e quindi si manifestano affaticamento e disturbi dell’umore. Se sono a carico delle ossa, il soggetto può soffrire di osteoporosi, osteoartrite e dolori articolari. Possono interessare anche il cuore con angina pectoris, aritmia e insufficienza cardiaca.

    Possono riguardare la pelle, con il colorito più scuro della cute e la caduta dei capelli, oppure possono essere a carico del fegato e della milza, che appaiono ingrossati. La sideremia alta può comportare anche disturbi alla tiroide, aumento della glicemia e dei trigliceridi. Altre conseguenze legate a questo disturbo possono essere il calo del desiderio, l’impotenza, l’amenorrea e la dismenorrea.


    Le cause

    Le cause della sideremia alta vanno rintracciate innanzitutto nell’eccessiva introduzione di ferro a causa di una dieta troppo ricca di cibi che contengono questo minerale (carne, pesce e legumi). A volte il problema è causato anche dal soffrire di anemia, che diminuisce il fabbisogno di ferro, proprio perché esso viene utilizzato in maniera molto ridotta. Anche una crisi emolitica può causare la liberazione nel sangue del ferro contenuto nei globuli rossi. A volte il fenomeno è influenzato dall’assunzione di farmaci, come gli estrogeni e la pillola contraccettiva.


    I rimedi

    Come rimedi alla sideremia alta il medico può prescrivere una terapia farmacologica a base di chelanti. Questi ultimi sono dei farmaci che legano il ferro in eccesso, permettendone l’eliminazione dall’organismo. Se si soffre di anemia sideroblastica, è importante la somministrazione di vitamina B6, che permette all’organismo di produrre dei globuli rossi di dimensioni normali. Può essere utile anche correggere la propria dieta, cercando di evitare quei cibi troppo ricchi di questo minerale. In particolare deve essere limitata l’assunzione di carne, pesce e legumi. Nella dieta si dovrebbero introdurre molte fibre che limitano l’assorbimento del ferro. Da questo punto di vista sono utili gli alimenti integrali.

    536

    PIÙ POPOLARI