Si risveglia dal coma con accento francese: è la sindrome dell’accento straniero

Una donna australiana si è risvegliata dal coma e presenta un accento francese

da , il

    risveglia coma accento francese sindrome accento straniero

    Si risveglia dal coma con un accento francese. Si chiama sindrome da accento straniero ed è una vicenda successa ad una donna della Tasmania. Leanne Rowe, questo il nome della donna, ha subito un trauma cranico in seguito ad un incidente stradale. Poi è uscita dal coma e si è ritrovata a parlare con un nuovo evidente accento francese, frutto di una condizione rara, che è stata diagnosticata solamente 62 volte nel corso degli ultimi 70 anni.

    La donna si è svegliata otto anni fa, ma solo adesso ha raccontato in un’intervista alla radio la sua particolare vicenda. Se n’è accorta immediatamente, quando era ancora scossa dalle fratture riportate alla mascella e alla schiena. La sua voce si era modificata notevolmente e presentava un forte accento francese.

    E’ una sindrome molto particolare, che deriva, come ha spiegato Karen Croot, dell’Università di Sidney, dal danneggiamento di una parte del cervello che regolano proprio le funzioni del linguaggio.

    Si tratta di un’area che traccia in modo preciso le caratteristiche di un accento, dell’intensità del suono emesso con la voce o della lunghezza delle vocali. E’ chiaro, comunque, che chi presenta il problema non si accorge immediatamente delle modifiche alla voce. Molto spesso è, infatti, chi sta attorno al paziente a notare per primo i cambiamenti.

    Lo sa bene Kate, figlia della donna australiana, che ha spiegato che la madre soffre molto per questo problema. La sindrome da accento straniero, infatti, può causare ansia e depressione, perché può risultare molto difficile accettare una nuova condizione con cambiamenti profondi in caratteristiche che ci contraddistinguono.