Sessualità: sport e pillola contro il calo del desiderio femminile

Il desiderio delle donne è in caduta libera: per risollevarlo può essere d'aiuto la pratica di uno sport e, quando l'attività fisica non basta, la pillola contraccetiva

da , il

    calo desiderio donna

    Desiderio sempre più in calo tra le Italiane: secondo un recentissimo studio dell’Università di Pavia, che ha coinvolto circa 400 donne tra i 18 e i 45 anni, il calo della libido riguarda ben il 30% del gentil sesso ed è un fenomeno in crescita, caratterizzato da più aspetti, come la difficoltà a raggiungere l’orgasmo, ma anche il provare dolore durante il rapporto.

    Il problema sembra essere legato soprattutto alla biologia: è colpa, in sostanza di un basso livello di endorfine, le sostanze che regolano i meccanismi di gratificazione e di protezione del dolore. Come dare, quindi, un’impennata alla propria libido? “Il desiderio femminile è il risultato di una complessa attività cerebrale. E nulla mantiene il cervello in funzione quanto l’avere una regolare attività fisica” spiega la professoressa Alessandra Graziottin, Direttore del Centro di Ginecologia e sessuologia medica del San Raffaele Resnati di Milano.

    Lo sport, infatti, “aumenta la dopamina, il neurotrasmettitore che accende la voglia di fare, di interagire con gli altri, di impegnarsi per conquistare un risultato. Incrementa anche la serotonina, che migliora il tono dell’umore, ma anche tutte le funzioni gastrointestinali (l’intestino ne contiene ben il 90%) e le endorfine” continua la ginecologa.

    Ma se lo sport non basta, per salvare la vita di coppia gli esperti consigliano la pillola contraccettiva, in particolare contenente il drospirenone: “è l’unico progestinico contenuto nella pillola contraccettiva che agisce direttamente sulle endorfine. Ha dimostrato, dopo soli 6 mesi di assunzione, di favorire un aumento della libido, un miglior raggiungimento dell’orgasmo e una più alta frequenza di rapporti” conclude la ginecologa.