Sesso compulsivo: una dipendenza vera e propria

Sesso compulsivo: una dipendenza vera e propria

Il sesso compulsivo è una dipendenza vera e propria, che, secondo le ultime stime, negli Usa, sta assumendo le proporzioni di un’epidemia

da in Dipendenze, Disturbi sessuali, News Salute, Psicologia
Ultimo aggiornamento:

    Dipendenza dal sesso

    Quella del sesso compulsivo è una sindrome vera e propria, che ha tutti i contorni della dipendenza, fatta di un’esigenza impellente di consumare rapporti, una necessità difficile da controllare e da gestire, che può scatenare conseguenze pericolose. Gli Stati Uniti, in particolare, lanciano l’allarme, contando fra i connazionali oltre nove milioni di persone colpite da questa forma di dipendenza “moderna”.

    Una vera epidemia di “sex addiction”, come riporta l’autorevole rivista Newsweek in copertina, che interessa il 5% della popolazione a stelle e strisce, ma non solo. Anche se per gli europei non esistono ancora dati precisi, il quadro della situazione nel Vecchio Continente, potrebbe essere molto simile.

    Si diffonde, come una malattia, un virus endemico, questa forma di dipendenza dal rapporto sessuale, che, se fino a qualche anno fa, interessava solo una fascia ben precisa della popolazione, cioè gli uomini di età compresa tra i 40 e i 50 anni, oggi sta contagiando trasversalmente anche giovani, giovanissimi, adulti e anziani, uomini e donne.


    La colpa di questo processo di diffusione “di massa” del sesso compulsivo? Secondo gli esperti statunitensi, gran parte della responsabilità è da attribuire ai nuovi media, alla più recente rivoluzione digitale, che ha reso accessibile a tutti, in tv e su internet, materiale a luci rosse, prima relegato negli angoli di videoteche, edicole e biblioteche e circondato da un alone di “imbarazzo sociale”.

    Come raccontano molti ex, usciti dal tunnel della dipendenza, consumare un rapporto sessuale era diventato il modo di tenere a bada una serie di altre sensazioni negative, dallo stress all’ansia, dalla paura alla frustrazione. Come una sorta di medicina, per cercare un po’ tranquillità, per mettere a tacere rabbia, disperazione, depressione e insoddisfazione.

    362

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DipendenzeDisturbi sessualiNews SalutePsicologia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI