Seitan: cos’è, come si cucina e proprietà benefiche

Seitan: cos’è, come si cucina e proprietà benefiche
da in Alimentazione, Alimentazione naturale
Ultimo aggiornamento: Giovedì 10/03/2016 12:58

    seitan cos e come si cucina proprieta benefiche

    Seitan: cos’è? Come si cucina? Scopriamo le proprietà benefiche di questo alimento molto apprezzato da chi segue una dieta vegetariana o vegana. E’ un prodotto realizzato a base di proteine completamente vegetali e rappresenta un’ottima alternativa, proprio perché è ricco di proteine, ai cibi proteici di origine animale. Si tratta di un cibo ottenuto dalla lavorazione della farina di frumento o da altre tipologie di farina, come quella di kamut. Grazie a questo meccanismo, viene estratto il glutine, la sostanza che è alla base della preparazione del seitan. In seguito viene impastato e lessato in acqua con salsa di soia e altri aromi tipici della cucina giapponese. Ne abbiamo parlato anche nella nostra rubrica su Radio LatteMiele: ascoltala qui!

    cos e seitan

    Il seitan, che spesso viene definito come “carne cruelty free”, si può acquistare nei negozi biologici, ma da parecchio tempo si può trovare anche in tutti i supermercati. Negli ultimi anni la sua diffusione anche nel nostro Paese è stata ampia, grazie alle possibilità che questo alimento offre come sostituto della carne. Anche l’aspetto del seitan, poco calorico (120 calorie per 100 grammi di prodotto) è simile a quello della carne, ma si tratta di un cibo completamente vegetale. Esistono numerose varianti del seitan: si può trovare anche affumicato e la scelta di una o dell’altra versione dipende esclusivamente dai nostri gusti personali. Bisogna ricordare che il seitan, essendo completamente ricavato dal glutine, non è adatto all’alimentazione di chi soffre di celiachia.

    valori nutrizionali seitan

    Il componente presente in maggiore quantità nel seitan è l’acqua. In 100 grammi di prodotto sono presenti 58,2 grammi di acqua, 36,1 grammi di proteine vegetali, 5,2 grammi di carboidrati e 0,4 grammi di grassi. Questi ultimi sono in quantità molto più basse rispetto alla carne, che ne contiene 15,4 grammi per 100 grammi di prodotto. Nonostante sia un valido sostituto della carne, il seitan non può essere considerato un prodotto completo dal punto di vista nutrizionale, perché manca di alcuni amminoacidi essenziali, come la lisina, i carboidrati sono ad alto indice glicemico ed è carente di alcune vitamine, come la B12.

    proprieta benefiche seitan

    Il seitan è adatto all’alimentazione di chi vuole sentirsi leggero, visto che contiene poche calorie e pochi grassi. Grazie al basso contenuto di grassi può essere utile per chi soffre di ipercolesterolemia. E’ un alimento adatto anche ai bambini e agli adolescenti, ma in questi casi bisogna affiancarlo ad altre fonti di proteine, come i legumi, e ad integratori di ferro e di vitamina B12. In gravidanza la mancanza di altre fonti di proteine potrebbe portare a problemi di sviluppo del feto. Chi soffre di diabete dovrebbe evitare il consumo di seitan, dato il suo elevato indice glicemico.

    come si cucina seitan

    Esistono diverse tecniche per cucinare il seitan. Uno dei modi più semplici consiste nella realizzazione delle scaloppine. Le possiamo cuocere con olive e limone: il seitan va impanato con la farina, va fatto saltare in padella e va bagnato con il limone. Dopo aver fatto evaporare il liquido, possiamo aggiungere le olive. Tritando il seitan con il coltello, insieme alla carota, al sedano e alla cipolla, possiamo realizzare un ottimo ragù di seitan. Un impasto di seitan può rappresentare anche la base per la realizzazione di polpette vegan buonissime, da arricchire magari con verdure, uvetta e pangrattato. Il seitan può essere utilizzato anche per uno spezzatino, tagliandolo a tocchetti grossi. Si possono realizzare dei medaglioni con un soffritto a base di olio, sale e cipolla. In alternativa possiamo passare le fette alla griglia, per chi vuole mangiare leggero e con gusto.

    849

    LEGGI ANCHE