Secchezza vaginale: sintomi, cause e rimedi

Secchezza vaginale: sintomi, cause e rimedi
da in Menopausa, Ormoni, Salute Donna
Ultimo aggiornamento: Martedì 21/04/2015 16:02

    secchezza vaginale sintomi cause rimediLa secchezza vaginale è un problema molto frequente, soprattutto nel periodo che precede e segue la menopausa. Si tratta di una lubrificazione vaginale insufficiente, che si può comunque presentare a qualsiasi età. La secchezza vaginale può essere dovuta ad una forma di atrofia o all’infiammazione della mucosa determinata da un calo degli estrogeni. In seguito al problema, i rapporti diventano difficoltosi. Il problema è tuttavia risolvibile, perché, anche se i livelli di estrogeni possono diminuire in seguito alla menopausa, alla gravidanza e all’allattamento, ci sono dei rimedi adatti.

    Sintomi

    I sintomi della secchezza vaginale sono essenzialmente rappresentati da: prurito, bruciore, sensazione di dolore, stimolo frequente di urinare e a volte ci può essere anche un lieve sanguinamento durante i rapporti.

    Molte donne non parlano volentieri del problema neanche con il medico, ma è un disagio che si può affrontare proprio attraverso un’apposita visita ginecologica, che può risolvere anche le ripercussioni negative sulla vita sessuale e sulle relazioni con il partner.

    Per la diagnosi della secchezza vaginale ci si affida di solito, oltre che alla visita dal ginecologo, al pap test e all’esame delle urine.

    Cause

    Per comprendere le cause della secchezza vaginale, dobbiamo considerare che le pareti della vagina sono rivestite da uno strato sottile di secrezione trasparente. Si tratta di un lubrificante naturale, che viene prodotto dai vasi sanguigni che circondano la vagina.

    La quantità di questo fluido viene influenzata dai cambiamenti ormonali determinati dal ciclo mestruale e dall’invecchiamento. La secchezza vaginale può essere provocata dalla diminuzione dei livelli di estrogeni in seguito alla menopausa con conseguenze inevitabili, dall’assunzione di farmaci antiestrogeni, antiallergici, antinfluenzali e alcuni antidepressivi.

    La secchezza vulvare può essere provocata anche dalla sindrome di Sjorgen. Si tratta di una malattia autoimmune, che implica un attacco dei tessuti sani da parte del sistema immunitario.

    Il problema può essere causato anche da un ricorso eccessivo alle lavande vaginali. La secchezza vaginale prima del ciclo è un problema che interessa molte donne. Anche la pillola provoca secchezza vaginale.

    Rimedi da adottare

    I rimedi per la secchezza vaginale consistono soprattutto nel modificare il proprio stile di vita, cominciando ad usare un lubrificante specifico o un prodotto idratante. In farmacia possiamo rintracciare prodotti di questo tipo e anche apposite creme.

    Da ricordare che la cura della secchezza della vagina si può basare sul ricorso agli estrogeni di uso topico o da assumere oralmente. Gli estrogeni ad uso vaginale non fanno diminuire il livello di testosterone, che ha un ruolo importante anche nel mitigare l’aggressività nelle donne, e si possono trovare in commercio in diverse forme: crema, tavolette e anelli.

    Ci sono anche rimedi naturali per la secchezza vaginale: soia e derivati, isoflavoni ed altri fitoestrogeni. Da non dimenticare anche la Cimicifuga racimosa. In particolare i fitoestrogeni riescono ad imitare l’attività degli estrogeni endrogeni, anche se la loro intensità di azione è inferiore.

    593

    LEGGI ANCHE