Scoperto il gene che raddoppia la potenza muscolare

Scoperto il gene che raddoppia la potenza muscolare

Una recente ricerca ha portato ad individuare un ricettore genetico capace di influenzare la forza muscolare

da in DNA, Malattie, Muscoli, News Salute, Primo Piano, Ricerca Medica, sistema-muscolare
Ultimo aggiornamento:

    gene potenza muscolare

    Un gene in grado di raddoppiare la potenza muscolare. È stato questo l’oggetto di una ricerca che ha impegnato gli studiosi dell’Università di Losanna e del Salk Institute della California. Gli esperti hanno agito sul recettore NCoR1, riuscendo ad aumentare la forza di alcuni topi. Il recettore NCoR1 svolge la funzione di un inibitore naturale nei confronti dello sviluppo dei tessuti muscolari. L’attività del ricettore è stata ridotta e in questo modo si sono ottenuti dei topi super forti. Una scoperta interessante, che potrebbe avere delle implicazioni importanti a livello terapeutico.

    Con altri approfondimenti sullo studio si potrebbero trovare delle cure adeguate contro le degenerazioni muscolari determinate dall’età o da fattori genetici. Si aprono prospettive interessanti anche per quanto riguarda la sclerosi multipla.


    Se l’attività fisica aiuta i muscoli a restare giovani e se per la forza dei muscoli un aiuto viene dagli spinaci, la ricerca pone l’accento sui fattori genetici indispensabili per la forza muscolare. Da ciò che si è visto negli animali da laboratorio i risultati non sono affatto indifferenti: i topi correvano senza fare pause, non sentivano la stanchezza e gli effetti del freddo. Nelle cellule dei loro tessuti si è rintracciata una quantità doppia di mitocondri.

    Occorrono ancora altri studi comunque per capire se la modificazione genetica apportata abbia degli effetti collaterali, inoltre servono approfondimenti scientifici sui farmaci che possono agire sul recettore sul quale è stato operato l’intervento.

    Altrimenti ci dobbiamo accontentare di muscoli rinforzati da una sostanza presente nella mela. Ma, visti i risultati, vale la pena andare avanti sulla strada intrapresa.

    342

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DNAMalattieMuscoliNews SalutePrimo PianoRicerca Medicasistema-muscolare
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI