NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Scoperte scientifiche: le più importanti del 2010

Scoperte scientifiche: le più importanti del 2010

Nel corso del 2010 sono state messe a punto diverse scoperte scientifiche importanti: patrimonio genetico dell’Uomo di Neanderthal, vita artificiale, bio-robot

da in DNA, News Salute, Primo Piano, Ricerca Medica, Ricerca scientifica
Ultimo aggiornamento:

    scoperte scientifiche 2010

    Quali sono state le scoperte scientifiche più importanti del 2010? Vediamo di ripercorrere le più interessanti, per farci un’idea di come la ricerca scientifica sia stata portatrice di passi avanti di notevole importanza nella comprensione dell’affascinante mistero della vita. Ecco le tappe salienti di questo percorso da tenere in considerazione.

    Nel corso di quest’anno che sta per finire la scienza ci ha regalato diverse sorprese, tutte particolarmente utili. Nello specifico soffermeremo la nostra attenzione su:

    • patrimonio genetico dell’Uomo di Neanderthal
    • vita artificiale con una cellula messa a punto con dna sintetico
    • bio-robot

    Gli studiosi del Max Planck Institute for Evolutionary Antropology di Lipsia hanno raccolto dei frammenti di dna tratti dalle ossa di tre donne neanderthaliane e sono riusciti nell’intento di sequenziare il 60% del patrimonio genetico dell’Uomo di Neanderthal, scoprendo che gli uomini attuali riportano nei loro cromosomi una percentuale dei geni tipici dell’Uomo di Neanderthal dall’1 al 4%. Una scoperta che ha permesso di comprendere meglio la diffusione di alcune malattie genetiche.

    Nel Maggio del 2010 è stata creata una vita artificiale. Si tratta si una cellula che è stata messa a punto con del dna sintetico. Craig Venter ha creato un batterio con un dna realizzato in laboratorio. L’aspetto straordinario di questa vita artificiale consiste nel fatto che essa è capace di autoreplicarsi.

    Molte le possibili implicazioni in termini di soluzioni vantaggiose per la salute, che comunque si intrecciano con aspetti etici da non trascurare. E da qui la questione dell’etica nella ricerca medica.

    La ricerca può contare anche sulle risorse della biotecnologia. Presso la Columbia University viene realizzato un minuscolo bio-robot con molecole di dna. Può essere utilizzato in interventi chirurgici o per trasportare farmaci all’interno delle cellule. Possiamo dire che in chirurgia scendono in campo i robot.

    389

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DNANews SalutePrimo PianoRicerca MedicaRicerca scientifica
    PIÙ POPOLARI