Scoliosi e disturbi alimentari, relazione pericolosa? Non sempre

Scoliosi e disturbi alimentari, relazione pericolosa? Non sempre

Scoliosi e disturbi alimentari, come anoressia e bulimia, non sono necessariamente legati a doppio filo, anzi: uno studio di Isico prova il contrario

da in Adolescenti, Alimentazione, Colonna vertebrale, Disturbi alimentari, Malattie, Ricerca Medica, Scoliosi
Ultimo aggiornamento:

    Scoliosi e disturbi alimentari

    Un recente studio tutto italiano ribalta i dati disponibili fino a ora in letteratura: i disturbi alimentari e la scoliosi non hanno sempre una “relazione pericolosa”, anzi. Secondo le evidenze della ricerca condotta dagli esperti di Isico, Istituto Scientifico Italiano Colonna Vertebrale il rapporto di causalità tra scoliosi e disturbi alimentari non esiste.

    Niente legame diretto tra scoliosi e disordini alimentari o, meglio, secondo i dati rilevati dagli specialisti di Isico la malattia della colonna vertebrale potrebbe ridurre l’incidenza delle problematiche di tipo alimentare.

    Minitorando attentamente le pazienti, è emerso che le adolescenti con problemi di scoliosi non sono necessariamente destinate a soffrire di disturbi alimentari gravi, come anoressia e bulimia. Anzi, in alcuni casi la terapia condotta per combattere la patologia della colonna vertebrale potrebbe rivelarsi un insospettabile alleato nella prevenzione dei disordini alimentari.

    Gli esperti di Isico, coinvolgendo nella sperimentazione 187 ragazze, età media 15 anni, in terapia per scoliosi idiopatica, hanno evidenziato una percentuale di diffusione dei disordini alimentari davvero interessante: l’1,6% fra le pazienti contro il 7,5% del gruppo di controllo.

    Lo studio “Scoliosis in adolescents reduces the risk of eating disorders” verrà presentato il 19 maggio nel corso dell’VIII Congresso Annuale di SOSORT (Society on Scoliosis Orthopaedic and Rehabilitation Treatment).

    “Fino a questo momento si è sempre creduto che ci fosse una percentuale maggiore di disordini alimentari (anoressia e bulimia) fra adolescenti con scoliosi idiopatica. In realtà se possiamo associare alla scoliosi un indice di massa corporea più basso, quindi in generale una maggiore magrezza, probabilmente legata a differenze ormonali, per il resto noi abbiamo raccolto dati diversi” ha spiegato il dottor Fabio Zaina, specialista Isico.

    355

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AdolescentiAlimentazioneColonna vertebraleDisturbi alimentariMalattieRicerca MedicaScoliosi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI