Sclerosi multipla: efficace la riabilitazione con i robot

Sclerosi multipla: efficace la riabilitazione con i robot

Uno studio tutto italiano ha permesso di valutare positivamente la riabilitazione con robot nei soggetti con sclerosi multipla, colpiti da problemi motori alle braccia: dal prossimo anno apparecchiature robotiche per la riabilitazione saranno attive in Liguria e a Padova

da in Disabilità, Malattie, News Salute, Primo Piano, Riabilitazione, Ricerca Medica, Sclerosi multipla
Ultimo aggiornamento:

    Studio AISM sulla riabilitazione nella sclerosi multipla

    Migliorare i movimenti delle persone con disabilità motorie dovute alla sclerosi multipla, sfruttando una riabilitazione fatta con un robot: è quello che si è proposto uno studio finanziato dalla Fondazione dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) e condotto congiuntamente dal Centro Sclerosi Multipla ASL 3 di Genova e dall’Università di Genova.

    La ricerca si è focalizzata su un protocollo di riabilitazione robotica per quei soggetti con sclerosi multipla, con problemi di coordinazione motoria degli arti superiori difficili da trattare con i farmaci o con la riabilitazione tradizionale: le 8 persone coinvolte dovevano adattare il movimento dell’arto superiore alle forze sviluppate dal robot. Lo studio ha previsto 2 sedute di un’ora a settimana per 4 settimane consecutive, dopo le quali i soggetti sono stati sottoposti a specifici test di valutazione delle performance motorie, tra i quali un test standardizzato che si basa sull’abilità delle persone di mettere e rimuovere 9 perni, in un pannello con 9 buchi, nel minor tempo possibile.

    La riabilitazione robotica è risultata in grado di migliorare la performance motoria dei soggetti che hanno partecipato allo studio, sia quando valutata con il test sia quando misurata dal robot stesso.

    Gli effetti positivi del protocollo riabilitativo sono risultati già osservabili dopo 2 settimane di trattamento e sono rimasti stabili fino alla fine. Alla luce dei positivi risultati, pubblicati sulla rivista scientifica Journal of NeuroEngineering and Rehabilitation, nel 2011 il Servizio di Riabilitazione AISM Liguria e il Servizio riabilitativo AISM di Padova nel 2011 acquisiranno una apparecchiatura robotica per il trattamento degli arti superiori che potrà essere utilizzata sia a scopi riabilitativi che a scopi di ricerca in riabilitazione.

    331

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisabilitàMalattieNews SalutePrimo PianoRiabilitazioneRicerca MedicaSclerosi multipla
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI