Scalogno: proprietà terapeutiche e valori nutrizionali

Scalogno: proprietà terapeutiche e valori nutrizionali
da in Alimentazione, Verdure

    scalogno proprieta terapeutiche valori nutrizionali

    Scalogno: quali sono le proprietà terapeutiche e i suoi valori nutrizionali? Questo ingrediente, specialmente per il suo sapore delicato, viene ampiamente utilizzato in cucina per la preparazione di molte ricette. Ha un sapore meno intenso e un odore meno pungente rispetto a quello della cipolla e riesce a dare ottimi risultati culinari. Forse non tutti sanno che possiede delle proprietà importanti, che vanno a tutto vantaggio della nostra salute. E’ diuretico, contiene molti antiossidanti e riesce a svolgere un’azione antibatterica. Scopriamone di più.

    Molte sono le proprietà benefiche che possono essere attribuite allo scalogno, un ortaggio che può rientrare fra i cosiddetti rimedi della nonna, che ci aiutano a contrastare alcuni malanni:

    • è diuretico – lo scalogno è ricco di potassio e per questo mette in atto un effetto diuretico. Il nostro organismo si può così liberare dalle scorie, soprattutto quelle che si accumulano nel fegato. Inoltre lo scalogno aiuta a combattere la ritenzione idrica, che è una delle cause principali della cellulite;
    • è antibatterico – grazie all’ampio contenuto di vitamina C, lo scalogno svolge anche un’azione antibatterica. La vitamina C rafforza il sistema immunitario, rendendo l’organismo più reattivo nel difendersi dalle infezioni;
    • è antiossidante – lo scalogno abbonda di vitamina A, di vitamina C e di quercetina, sostanze dal potere antiossidante, che combattono i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e delle infiammazioni del corpo;
    • è antidiabetico – poiché è ricco di fibre, questo ortaggio può essere utilizzato anche in senso antidiabetico. Le fibre rallentano l’assorbimento degli zuccheri a livello intestinale. Per questo si può dire che lo scalogno ha un indice glicemico basso;
    • è adatto a chi è intollerante al nichel – lo scalogno può essere mangiato con tranquillità anche da chi manifesta fenomeni di intolleranza al nichel.

      Contiene veramente pochissime tracce di questo metallo e per questo può essere preferito alle cipolle e all’aglio;

    • è adatto alle diete – lo scalogno può essere inserito nelle diete ipocaloriche, per il suo elevato contenuto di fibre. Queste ultime, quando si rigonfiano nello stomaco e nell’intestino, danno un senso di sazietà che dura nel tempo e ci spingono a mangiare di meno.

    100 grammi di scalogno apportano al corpo 72 kcal. In ogni 100 grammi sono contenuti 17 grammi di carboidrati, 2,5 grammi di proteine e 0,1 grammi di lipidi. Questo ortaggio è ricco di sali minerali, fra i quali possiamo ricordare il magnesio, il calcio, il potassio e il ferro.



    Calorie 100grCarboidratiGrassiProteineZuccheri
    72 kcal17 g0,1 g2,5 g2,3 g


    518

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneVerdure
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI