Sbadiglio: contagioso solo dopo i 4 anni

Sbadiglio: contagioso solo dopo i 4 anni

Lo sappiamo da tempo: uno sbadiglio tira l'altro

da in Benessere, Cervello, Psicologia, Sonno
Ultimo aggiornamento:

    Lo sbadiglio è contagioso dopo i 4 anni

    Quando il desiderio o il bisogno di dormire si fanno più forti, o anche quando la noia ci attanaglia, ecco che si finisce con lo sbadigliare: un atto così comune ma dalle molteplici sfaccettature e che ancora oggi non si comprende appieno. E’, per esempio, ancora almeno in parte un mistero la sua contagiosità.

    E’ infatti certo che quando si assiste a uno sbadiglio scatta il desiderio di imitazione, ma sul perché questo accada ci sono più ipotesi che certezze. Per esempio c’è chi chiama in causa la teoria evoluzionista, secondo la quale lo sbadiglio era il modo in cui gli uomini primitivi si segnalavano l’assenza di pericoli in agguato. Per altri va considerata la funzione fisiologica dello sbadiglio, che sarebbe quella di ossigenare il cervello (questo spiegherebbe anche perchè si sbadiglia di più nei luoghi chiusi). Ma restano delle incognite, come, per esempio, perchè lo sbadiglio è contagioso anche quando non lo si vede, ma lo si sente soltanto (per esempio al telefono).

    Ad ogni modo uno studio condotto da esperti dell’Università del Connecticut ha però fatto luce almeno su un aspetto: lo sbadiglio diventa contagioso solo dai quattro anni in poi.

    I ricercatori sono arrivati a questa conclusione studiando 120 bambini di età compresa tra 1 e 6 anni e rilevando come negli under 4 i piccoli non sentissero il bisogno di sbadigliare anche se vedevano altri farlo.

    “Questo tipo di ricerca evidenzia il fatto che sbadigliare è contagioso, che è una attività subconscia ed è indice di un elevato livello di sviluppo sociale”, commenta Catriona Morrison, psicologa cognitiva dell’Università di Leeds. E sul perché lo sbadiglio sia contagioso gli studiosi avanzano un’ipotesi: l’effetto di imitazione dello sbadiglio dovrebbe essere il tentativo inconscio di stabilire empatia tra adulti della stessa specie (anche tra gli animali) e questo tentativo non sarebbe messo in atto dai bambini con meno di 4 anni perché a questa età non sono ancora sviluppate le strutture cognitive adatte.

    395

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCervelloPsicologiaSonno
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI