Sanità: nella manovra Finanziaria tagli consistenti anche al settore medico

Sanità: nella manovra Finanziaria tagli consistenti anche al settore medico

La manovra da 25 miliardi di euro che ci si appresta a varare in Italia riguarderà anche la Sanità, lo dice a margine di un incontro con la stampa il ministro della Salute Fazio

da in Ministero della Salute, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Il ministro della Salute Ferruccio Fazio

    Chi in qualche modo segue la cronaca politica avrà sicuramente saputo che l’Italia si appresta a varare una Finanziaria che prevede una “sforbiciata” quantificata in 25 miliardi di euro. Attualizzando i costi, per ricordare una manovra del genere, dobbiamo andare indietro col pensiero e ricordare la manovra Amato da 90 mila miliardi di vecchie lire; insomma, ora come allora, i tagli e i sacrifici richiesti agli italiani saranno tutti “lacrime e sangue” ed in questo bailamme la Sanità non potrà non risentirne.

    Soltanto per dovere di cronaca occorre ricordare che il dissesto finanziario a livello europeo che ha costretto l’Italia ad adeguarsi a suon di aggiustamenti e nuovi sacrifici richiesti alla popolazione, riguarderà altri Paesi della Ue, si pensi che la manovra della Francia dovrebbe aggirarsi sui 60 miliardi di euro e quella della Germania intorno ai 90 miliardi di euro.

    Ma in quest’ambito ci interessa sapere se una voce importante dei costi per la collettività, come quella relativa alla Sanità, possa in qualche modo rientrare all’interno dei tagli che questo Governo si accingerà a fare da qui a qualche mese. Ebbene si e del resto, chi ancora era indotto a pensare che chissà in virtù di quale miracolo, la Sanità potesse restare esclusa dalla “sforbiciata”, sarebbe un vero ingenuo!

    Infatti, come si può pensare che i costi della Sanità, che rappresentano l’80% delle uscite in bilancio delle Regioni possano restare indenni dall’energica manovra finanziaria del Ministro Tremonti.

    Lo stesso ministro della Sanità, Ferruccio Fazio, ammette che i tagli alla Sanità sono plausibili eccome…. Il capo del Dicastero lo ha detto, senza mezzi termini, nel corso di un incontro con la stampa ricordando che la manovra anche sulla Sanità si preannuncia verosimilmente pesante; “ penso sia quindi ineludibile che in qualche modo ci possano essere ricadute su tutti i settori, primo fra tutti quello della Sanità, allo stato attuale stiamo facendo delle valutazioni che sottoporremo al Ministro dell’Economia “.

    E, poiché è sotto gli occhi di tutti, il vergognoso spreco di risorse che soprattutto in molte regioni d’Italia si è fatto, quando parliamo di Sanità; il Ministro punta il dito proprio sulla parola sprechi, ricordando che, (immaginiamo nel corso dell’attuale Legislatura), abbiamo tuttavia realizzato un ampio margine di miglioramento dell’efficienza sul fronte degli sprechi che si aggira intorno al 10% .

    Insomma, per il ministro Fazio, la ricetta giusta per sopportare meglio tagli così decisi sul piano finanziario è quella che dovrà passare attraverso la centralizzazione di beni e servizi, insieme all’ottimizzazione delle spese del personale.

    Fonte Foto: ANSA

    485

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ministero della SaluteSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI