Sangue dal naso: cause e rimedi utili

Sangue dal naso: cause e rimedi utili

Il sangue dal naso, la cosiddetta epistassi, è un disturbo frequente, che può scatenarsi dopo un trauma, uno starnuto o un colpo di tosse e che si risolve con alcuni semplici accorgimenti

da in In Evidenza, Malattie, Naso, Sangue, Epistassi
Ultimo aggiornamento:

    sangue dal naso rimedi

    Il sangue dal naso? Il termine “tecnico” per definire questo disturbo è epistassi: la più comune e, nella maggior parte dei casi, più innocua forma di emorragia che ha come protagonista il naso. Piccole goccie, quantità più importanti per pochi secondi o alcuni minuti, il sangue può scendere improvvisamente dal naso senza preavviso, ma, solitamente, c’è sempre un motivo, una causa e anche un rimedio.

    Trovare un colpevole sicuro, una causa sola e sempre valida, nel caso di questo disturbo è impossibile. Il sangue dal naso può essere la conseguenza di molti fattori ed è un’evenienza che può verificarsi facilmente, a causa della presenza, all’interno del naso, di una fitta rete di vasi sanguigni, di capillari molto sensibili.

    Può bastare uno starnuto più forte del solito, un raffreddore fastidioso e prolungato, ma anche l’esposizione ai raggi solari per parecchio tempo per scatenare la fuoriuscita del sangue dalle cavità nasali.

    La causa più evidente e facilmente riconducibile all’epistassi sono i traumi: un colpo, una botta o una contusione in prossimità del naso può provocare il disturbo.

    Nella maggior parte dei casi, si tratta di un fastidio passeggero, che non deve destare particolari preoccupazioni, ma, è anche possibile che si tratti di un sintomo di una patologia più grave, come l’ipertensione arteriosa. Se il fenomeno si presenta con una frequenza preoccupante, meglio rivolgersi al medico per una consulenza e per evitare ogni rischio.

    Meglio ricordare che il rimedio della nonna che ha caratterizzato l’infanzia di molti, in caso di emorragia dal naso, di reclinare la testa, mettendosi con “il naso all’insù” è la prima manovra da evitare, da contrassegnare con il divieto assoluto.

    Al contrario, meglio piegare leggermente la testa in avanti, per evitare che il sangue defluisca verso la gola, con spiacevoli effetti collaterali, come la nausea.

    Non esistono veri e propri rimedi infallibili, ma alcuni piccoli consigli per fronteggiare il problema possono essere davvero utili. Un fazzoletto o una benda imbevuti di acqua fresca, posizionati sul naso, o una borsa del ghiaccio in corrispondenza della base del naso e due batuffoli di cotone idrofilo appoggiati nelle narici per tamponare il flusso ematico imprevisto sono ottimi alleati contro l’epistassi.

    Una semplice manovra, in caso di mancata cessazione della fuoriuscita del sangue può dimostrarsi un’ottima mossa: comprimere la narice del naso, sfruttando il pollice, contro il setto, per alcuni minuti.

    Se dopo qualche minuto, la fuoriuscita di sangue non accenna a diminuire o a cessare e la quantità di liquido ematico è abbondante, meglio rivolgersi al medico di famiglia o recarsi presso una struttura ospedaliera.

    Per approfondire l’argomento, ecco qualche spunto interessante:

    Emorragie al naso: come fermarle

    618

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN In EvidenzaMalattieNasoSangueEpistassi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI