San Valentino 2011: chimica dell’amore perfetto

San Valentino 2011: chimica dell’amore perfetto

Gli esperti del Consiglio Nazionale dei Chimici spiegano che alla base dell’amore ci sono dei processi chimici, implicanti l’azione di vari ormoni e neurotrasmettitori, che è bene tenere presente in occasione di San Valentino 2011

da in News Salute, Ormoni, Primo Piano, Psicologia, ossitocina
Ultimo aggiornamento:

    san valentino 2011 chimica amore perfetto

    Per San Valentino 2011 è bene considerare la chimica dell’amore perfetto. Sono stati gli esperti del Consiglio Nazionale dei Chimici a mettere l’accento su questo punto, ricordando come la passione si fonda sull’interazione di ormoni diversi, che contribuiscono a dettare le sorti delle relazioni. Gli inguaribili romantici non possono non tenerne conto.

    Molto chiara e significativa è la spiegazione di Armando Zingales, presidente del Consiglio Nazionale dei Chimici:

    Nel rapporto affettivo a lungo termine è ormai assodato l’importante ruolo svolto dalla chimica. Per esempio, nelle donne è l’ossitocina a favorire l’attaccamento al proprio partner o se si vuole la fedeltà, mentre nell’uomo è la vasopressina a svolgere un ruolo di sereno appagamento. Possiamo quindi dire che gli uomini con livelli bassi di vasopressina sono più predisposti al tradimento.

    Tutti gli innamorati dovrebbero tenere presente questo concetto e sfruttarlo a loro vantaggio.

    In particolare gli uomini dovrebbero ricordarsi che le coccole sono in grado di far aumentare l’ossitocina nelle donne e quindi di stimolare il loro attaccamento affettivo. Le donne invece dovrebbero badare al livello di vasopressina dei partner, in modo che essi resistano al tradimento e considerando che nella coppia il tradimento maschile dipende anche dallo stipendio.

    Il circuito dell’amore nel cervello è già stato tracciato, non resta che seguire il percorso compiuto dai differenti neurotrasmettitori. In base al tipo di rapporto amoroso che siamo disposti a portare avanti, entrano in gioco differenti sostanze chimiche: feromoni per l’attrazione e testosterone maschile per la passione nel colpo di fulmine, feniletilamina, dopamina e norepinefrina associate a poca serotonina nell’innamoramento e nell’amore romantico.

    377

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News SaluteOrmoniPrimo PianoPsicologiaossitocina
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI