San Valentino 2011: cervello innamorato uguale per uomini e donne

San Valentino 2011: cervello innamorato uguale per uomini e donne

Uno studio inglese ha messo in evidenza che nel cervello di una persona innamorata si verificano le stesse reazioni sia per gli uomini che per le donne: attivazione delle aree corticali e sottocorticali

da in Aree cerebrali, Cervello, In Evidenza, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    san valentino 2011 cervello innamorato uomini donne

    Nell’approssimarsi di San Valentino 2011 è bene tenere presente che il cervello innamorato è uguale sia per gli uomini che per le donne. Uguali sono anche le reazioni a livello di comportamento, che scaturiscono dai processi cerebrali. È questa la conclusione a cui è arrivato uno studio condotto presso l’University College di Londra.

    Una ricerca precedente era riuscita a tracciare il circuito dell’amore nel cervello, un risultato molto interessante che la ricerca scientifica è stata in grado di mettere a nostra disposizione. Adesso si è fatto un altro passo avanti nello studio dei meccanismi mentali che entrano in gioco quando proviamo emozioni come l’amore. Gli studiosi si sono serviti della risonanza magnetica funzionale per analizzare ciò che succede nelle aree cerebrali in corrispondenza di un sentimento di odio o di amore.

    In questo modo si è potuto verificare che sia nel caso degli uomini che delle donne il cervello si è comportato nello stesso modo.

    I soggetti avevano il compito di guardare delle foto di persone, verso le quali nutrivano amore o odio e nel caso delle immagini di persone amate si attivavano principalmente le regioni cerebrali delle aree corticali e sottocorticali, implicate nelle emozioni positive.

    Inoltre si è notato che, se da un lato l’amore sviluppa il sesto senso, dall’altro vengono disattivate le aree del cervello implicate nella razionalità. Da qui gli atteggiamenti totalmente emotivi, che, in nome dell’amore accecante ed incondizionato, ci portano a non prendere in considerazione i difetti del partner.

    L’amore è una malattia mentale? Domanda aperta, a giudicare dal modo in cui reagisce il nostro cervello. Forse gli innamorati per San Valentino 2011 avranno l’occasione di provare a rispondere.

    360

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Aree cerebraliCervelloIn EvidenzaPsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI