Salute: migliora la qualità dei servizi sanitari in Italia

Salute: migliora la qualità dei servizi sanitari in Italia

Se poi si guarda all’alimentazione scopriamo dell’altro, ad esempio, la dieta mediterranea è per lo più disattesa dagli italiani ed invece aumenta il consumo di pane, carni rosse, dolci, snack vari e per di più salati

da in Infarto, Obesità, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Italia

    Nel complesso gli italiani stanno bene in salute, lo dimostra il dato afferente al Rapporto Osservasalute 2009 che ha indagato sul benessere dei nostri connazionali e dei servizi erogati dal S.S.N. Il quadro che emerge è positivo, ci si ammala meno, le mamme italiane riescono a concepire di più rispetto al passato e la vita media si innalza per effetto della sempre minore mortalità infantile e le migliori cure per gli anziani.

    Tutto un quadro rose e fiori dunque? Non del tutto, visto che di contro nel nostro Paese aumenta la popolazione degli obesi e delle persone in soprappeso che in Italia sono una persone su tre, soprattutto al Sud, con l’evidenza che quasi quattro bambini su dieci è grasso e a far “saltare” tute le statistiche pensa una sola regione d’Italia, la Campania, dove il 21% dei residenti è in soprappeso, a fronte di una media nazionale pari all’11,5%
    Altra caratteristica degli italiani è quella di essere pantofolai, visto che solo un italiano su cinque fa sport e per di più in un’età che va dai 6 ai 17 anni d’età; se scendiamo al sud la proporzione peggiora di più.

    Se poi si guarda all’alimentazione scopriamo dell’altro, ad esempio, la dieta mediterranea è per lo più disattesa dagli italiani ed invece aumenta il consumo di pane, carni rosse, dolci, snack vari e per di più salati. Anche l’alcol va facendosi strada nel bel paese, infatti se si assiste ad una diminuzione del consumo di bevande gasate, assistiamo ad un aumento di quelle alcoliche.

    Per quanto concerne le cause di morte più comuni degli italiani rileviamo che in vetta alla classifica ritroviamo le malattie del sistema cardiovascolare che mietono la vita di quattro italiani su dieci, sud in testa, stessa cosa per quanto attiene i tumori, dove si assiste, manco a dirlo, a cure migliori al Nord. In fatto di malattie, crescono i casi di depressione, tant’è che è triplicato il consumo di farmaci antidepressivi.

    Cambia l’accostamento alle cure odontoiatriche che risentono della crisi economica, visto che in alta percentuale le spese per curarsi i denti ricadono sulle famiglie, col risultato che in atto si cura solo chi ha i mezzi per farlo.

    Crisi o non crisi, migliorano le dotazioni in fatto di apparecchiature diagnostiche negli ospedali, ma gli italiani hanno un atteggiamento non del tutto felice nei confronti del S.S.N. visto che quattro cittadini su dieci non lo reputa esaltante.

    462

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfartoObesitàSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI