Salute denti e solidarietà: un sorriso per il Burundi

Salute denti e solidarietà: un sorriso per il Burundi

L'igiene orale è fondamentale, ma non è garantita in tutto il mondo: nel Brurundi, per esempio, mancano regole igieniche di base, ma anche dentisti e studi odontoiatrici

da in Benessere, Cura dei Denti, Igiene orale, In Evidenza
Ultimo aggiornamento:

    Sorriso per il Burundi

    Lavarsi i denti quotidianamente è un gesto praticamente automatico, al quale spesso non facciamo più neppure attenzione. E allo stesso modo anche poter contare sul dentista di fiducia per visite di controllo periodiche oltre che per ovviare a piccoli e grandi problemi dentali ci appare scontato.

    E’ vero, oggi la crisi economica colpisce anche le cure dentali, ma niente a che vedere con le carenze con cui devono fare i conti molti Paesi del mondo, meno fortunati: ci sono luoghi dove neppure le più basilari pratiche igieniche sono garantite, mancano le infrastrutture più semplici per la cura dentale e gli stessi dentisti. E così malattie dentali altrimenti facilmente prevenibili e curabili possono diventare pericolose e compromettere seriamente la salute. Sappiamo bene come anche semplicemente lavarsi i denti con regolarità faccia bene alla salute di tutto l’organismo.

    Uno dei Paesi più a rischio è il Burundi, dove, da due anni, operano i volontari dell’Associazione Italiana Odontoiatri (AIO) in collaborazione con l’Associazione S. Francesco ONLUS Bimbi Burundi, che sostiene la Missione dei Frati Minori Liguri, presente da 37 anni sul territorio burundese. Gli odontoiatri AIO mettono a disposizione tempo e competenze per garantire un’assistenza sanitaria dentale sostenibile e qualificata nel tempo, intervenendo o in maniera concreta, per favorire l’allestimento di nuovi studi odontoiatrici e la formazione di dentisti del luogo.

    I primi frutti si sono già raccolti: Justin Mashata è il primo dentista del Burundi formato e è sorto anche uno studio odontoiatrico, dove i volontari AIO e lo stesso Mashata eseguono più di 15 visite gratuite al giorno. Non è chiaramente sufficiente: servono fondi per formare nuovi dentisti e raddoppiare le strumentazioni disponibili. Per questo è possibile sostenere il progetto “Un sorriso per il Burundi”, supportato da due aziende specializzate nel campo della salute orale in occasione dei Dental Days, l’appuntamento fisso dedicato alla sensibilizzazione e educazione su una corretta igiene dentale: per contribuire è sufficiente fare una donazione ad Associazione S. Francesco Onlus Bimbi Burundi c/c 50304914.

    406

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCura dei DentiIgiene oraleIn Evidenza
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI