NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Salute dei denti: a trascurarla si rischia anche l’infarto

Salute dei denti: a trascurarla si rischia anche l’infarto

Ma chi l'ha detto che a trascurare la salute dei denti si paga lo scotto soltanto di un sorriso poco smagliante; importanti e sopratutto recenti acquisizioni scientifiche indicano invece nelle patologie parodontali la relazione anche con gravi malattie sistemiche

da in Cura dei denti, Infarto, Malattie, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    dentista

    Se una volta tanto ci è consentito usare un po’ di latino maccheronico, potremmo dire dents sano in corpore sano, parafrasando l’antico detto degli antichi romani ed in effetti, scherzi a parte, parrebbe che la salute dei denti non è solo un fatto estetico in medicina, ma, addirittura, un fatto importante di salute, atteso che, secondo i medici, la salute di queste importanti strutture influenzerebbe positivamente o negativamente lo stato dell’intero organismo.Sembra sempre più radicata l’evidenza infatti di come patologie parodontali si riverberino negativamente su diversi apparati, l’evidenza maggiore si ha con le malattie cardiovascolari, ricordiamo le endocarditi a seguito dell’infezione causata da una carie, o da una qualsiasi altro fenomeno infiammatorio orale, la stessa situazione clinica che sarebbe in grado di danneggiare anche i reni provocando temibili nefriti.

    Ma oggi si conosce anche di più sulla stretta relazione esistente fra malattie parodontali e sistemiche, al punto che persino alcune forme di diabete, così come patologie a carico dell’apparato respiratorio e persino alcune complicazioni di un parto o della vita intrauterina potrebbero essere messe in relazione con le patologie dentarie, avendo constatato che un certo numero di neonati erano venuti al mondo sottopeso e questo sarebbe stato messo in relazione con la cattiva salute dei denti della madre.

    Fra le malattie del parodonto, che è quella struttura che ancora il dente alla gengiva, annoveriamo le infezioni batteriche che provocano una vera e propria infiammazione che provocherebbe, in alcuni casi, la migrazione delle colonie di agenti patogeni all’interno della gengiva e successivamente nella corrente circolatoria andandosi a localizzare anche in organi lontani da quelli ove si è generata la prima infezione.

    Ma c’è di più, l’iniziale certezza circa la possibilità di incorrere in patologie a carico dell’apparato cardiocircolatorio viene oggi avvalorata sulla scorta di nuove acquisizioni che avrebbero portato i medici alla conclusione che persino la presenza di infarti cardiaci anche mortali, in certi casi, potrebbe essere messa in relazione con lo stato dei denti. La relazione sarebbe dovuta al dato statistico secondo il quale in soggetti con gravi parodontiti che abbiano persino comportato la perdita dei denti, si sarebbe assistito alla presenza a livello delle carotidi di placche aterosclerotiche, particolari strutture patologiche di consistenza molto dura che occupano parzialmente o totalmente il lume dell’arteria impedendo il passaggio del sangue fino ai distretti cerebrali, tali placche possono risiedere anche a livello aortico e quando la stenosi riguarda questo grande vaso, comprese le sue diramazioni, il rischio cui si può andare incontro puè essere costituito dall’infarto o dalla morte improvvisa.


    C’è da dire che in Italia, vuoi per il fatto che le cure dentarie sono quasi sempre a totale carico dell’assistito, vuoi perchè non esiste una cultura radicata che riguardi la salute dei denti, al di là del fatto estetico, così come trascurata è anche la prevenzione e la stessa cura tempestiva delle tante patologie dentarie affidata ogni volta alla contingenza di casi che riguardino un fatto acuto la cui cura diviene improcrastinabile, non esiste un modus operandi tale che preveda l’attenta vigilanza verso la salute dei denti, soprattutto nei bambini, le cui prime cure dentarie dovrebbero riguardare proprio i denti chiamati da “latte”.

    Ma l’evidenza di quanto stretta invece sia la relazione fra gravi patologie sistemiche e salute dei denti dovrà indurre le persone a tenere nella stessa considerazione queste strutture del cavo orale tanto importanti e fondamentali, così come si farebbe con qualsiasi altro organo del corpo prevedendo delle visite di controllo anche in assenza di sintomi e delle cure efficaci al primo manifestarsi di una qualsiasi malattia riferita ai denti. Solo così si riuscirà non soltanto ad avere un sorriso sempre più smagliante, ma soprattutto, una salute migliore al riparo, spesso, anche dalle gravi malattie.

    703

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cura dei dentiInfartoMalattiePrimo Piano
    PIÙ POPOLARI