Salute degli occhi: i videogiochi contro l’occhio pigro

Salute degli occhi: i videogiochi contro l’occhio pigro

Il dottor Ken Nischal del Great Ormond Street Children's Hospital di Londra ha prescritto ad un bambino inglese affetto da ambliopia di giocare con i videogiochi per allenare l'occhio

da in Bambini, Benessere, Occhi, Terapie Alternative, Vista
Ultimo aggiornamento:

    ambliopia occhio pigro

    L’ambliopia o occhio pigro, come è conosciuta con il suo nome comune, è una condizione che può condurre anche a conseguenze piuttosto gravi. Il cervello in sostanza privilegia soltanto le informazioni che provengono da uno dei due occhi, determinando il fatto che l’occhio escluso diventa sempre meno importante, perdendo la sua funzione.

    Una situazione a cui si deve in qualche modo rimediare per non incorrere in spiacevoli conseguenze. Di solito il rimedio che viene adottato è quello di bendare l’occhio che possiamo definire “privilegiato” per alcune ore durante la giornata, in modo che il cervello debba tenere in considerazione anche le informazioni che provengono dall’altro occhio. Ma, visto che spesso l’ambliopia riguarda soprattutto i bambini, l’occhio bendato è una situazione che non rappresenta una soluzione ideale e che specialmente per i più piccoli può essere piuttosto fastidiosa.

    Il dottor Ken Nischal del Great Ormond Street Children’s Hospital di Londra ha trovato una soluzione che possiamo definire per certi versi alternativa e originale. Infatti al piccolo Ben, un bambino inglese che rischiava di perdere l’occhio sinistro a causa dell’ambliopia, è stato prescritto di giocare ai videogiochi, utilizzando le console portatili.

    Si è potuto riscontrare che in seguito all’applicazione di questa “terapia” la capacità visiva del bambino è aumentata del 250%.

    Il giocare con i videogiochi è risultato essere un adeguato allenamento per l’occhio, visto che esso è costretto ad effettuare continui movimenti per cercare il miglior punto di focalizzazione. Tra l’altro la soluzione adottata ha il vantaggio che è piuttosto gradita dai bambini, che non la vivono come una costrizione, visto che implica un aspetto prettamente ludico.

    Immagine tratta da: irisbimbo.it

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniBenessereOcchiTerapie AlternativeVista
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI