Salute cardiaca a rischio per via dell’inquinamento atmosferico

Uno studio inglese ha scoperto la relazione tra le sostanze tossiche contenute nei gas inquinanti e l’insorgenza delle patologie cardiache e degli infarti

da , il

    salute cardiaca inquinamento atmosferico

    L’inquinamento atmosferico aumenta il rischio di insorgenza di patologie cardiache. Tutte le sostanze contenute nei gas inquinanti del traffico, si è sempre pensato causassero dei problemi alla salute polmonare, oltre che stress e nervosismo, in realtà provocano dei danni, anche gravi, alla salute cardiaca. Secondo lo studio inglese la tossicità di queste sostanze causa sicuramente delle malattie a livello cardiaco, ma non è ancora chiaro il perché in alcuni casi siano sopraggiunti degli infarti.

    La ricerca è stata condotta dagli studiosi della London School of Hygiene and Tropical Medicine (Regno Unito) e guidati dal dottor Krishnan Bhaskaran. Gli studiosi hanno analizzato 79.288 casi registrati in tre anni, dal 2003 al 2006. Esaminando tutti i dati i ricercatori sono giunti alla conclusione che man mano cresce il tasso di inquinamento aumenta del 5% il rischio di insorgenza delle malattie cardiache. Purtroppo, inoltre, tale rischio dura per le successive sei ore dall’esposizione.

    Nello studio, pubblicato su bmj.com, sono state prese in esame determinate sostanze presenti nei gas inquinanti che caratterizzano il traffico. Parliamo del biossido di zolfo, dell’ozono, del monossido di carbonio, e del biossido di azoto. Queste ultime sono, purtroppo, responsabili dell’ispessimento delle arterie, ma anche della formazione dei coaguli, sino all’attacco di cuore. Anche se quest’ultimo non sempre è presente, ed è uno dei dubbi degli studiosi.