Salivazione eccessiva: i rimedi per l’ipersalivazione

Salivazione eccessiva: i rimedi per l’ipersalivazione

La salivazione eccessiva può essere trattata con alcuni rimedi sia farmacologici che naturali

da in Bocca
Ultimo aggiornamento:

    salivazione eccessiva rimedi ipersalivazione

    La salivazione eccessiva è un fenomeno spesso connesso con altri sintomi, come la nausea e la tosse. A volte si può manifestare a causa dell’ansia, ma è un disturbo tipico anche in gravidanza. L’ipersalivazione può essere notturna e può colpire anche i bambini. Dietro al problema, in genere, ci possono essere diverse cause, alcune delle quali costituiscono delle vere e proprie patologie, come la gastrite, le malattie del fegato, la pancreatite, le infezioni alla bocca oppure il tutto può derivare dall’innesto di protesi dentarie. E’ bene sempre farsi visitare dal medico, per scoprire quale sia la causa del disturbo. Solo con una corretta diagnosi si possono trovare i rimedi giusti. Vediamo insieme quali sono.

    I farmaci

    Per quanto riguarda i rimedi per la salivazione eccessiva, non sempre occorre ricorrere a dei farmaci specifici, anche se questi esistono e in certi casi vengono usati. A volte può essere soltanto un fatto di ansia, di eccessiva emotività e, proprio per questo, si deve cercare di intervenire sul problema emotivo, cercando di risolvere le manifestazioni di ansia. Altre volte tutto è causato dall’assunzione di alcuni farmaci, come, ad esempio, quelli per l’ipertensione, che contengono la reserpina. In questi casi basterà soltanto farsi consigliare dal medico, per trovare un farmaco sostitutivo.

    Quando il problema ha origine dal cavo orale, per qualcosa che riguarda le gengive e i denti, occorre attendere pazientemente la guarigione o che la bocca si abitui, per esempio, alla presenza di una protesi. Di solito nel giro di due settimane il disturbo si risolve spontaneamente. Nei casi in cui il problema sia persistente e provochi gocciolamento, si possono utilizzare dei medicinali, che aiutano a tenere sotto controllo il quadro sintomatologico.

    I farmaci più usati in questo senso sono gli anticolinergici, che hanno la funzione di contrastare il neurotrasmettitore che stimola le ghiandole salivari: l’acetolina. I più conosciuti anticolinergici sono la scopolamina e il glicopirrolato. Queste medicine hanno, comunque, molti effetti collaterali, come l’aumento del battito cardiaco e problemi urinari.

    Se l’ipersalivazione è molto grave, si può ricorrere alle iniezioni di tossina botulinica alle ghiandole salivari maggiori. Questa tossina ne inibisce la capacità escretoria. Di solito le iniezioni vengono praticate sotto un controllo per mezzo di un’ecografia. La loro efficacia va dai 2 ai 6 mesi. C’è anche la possibilità di sottoporsi ad un intervento chirurgico, per legare i dotti salivari delle ghiandole.

    I rimedi naturali

    Ci sono anche dei rimedi naturali contro la salivazione eccessiva, che vanno presi in considerazione. Tante volte, infatti, non è opportuno intervenire con i farmaci, specialmente per evitare gli effetti collaterali che essi possono determinare. In attesa che il disturbo si risolva spontaneamente, nei casi meno gravi, possiamo ricorrere a delle soluzioni dettate dalla natura. Fra queste ricordiamo l’iperico, che riesce a calmare gli stati ansiosi, il pilocarpinum, un’erba che consente un migliore funzionamento delle ghiandole salivari, e la lobelia inflata, una pianta che è in grado di favorire lo stato di rilassamento dell’organismo.

    599

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bocca
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI