Russare: rimedi naturali e non per smettere

Russare: rimedi naturali e non per smettere

Per smettere di russare si può fare ricorso ai rimedi naturali o a dei trucchi particolari per non ostacolare la respirazione durante il sonno

da in Benessere, Rimedi naturali, Sonno, Terapie Alternative
Ultimo aggiornamento:

    russare rimedi naturali smettere

    Come si fa a non russare? Per molti si tratta di un vero e proprio dilemma, perché non è facile riuscire a smettere e, a bocca aperta o a bocca chiusa, può essere davvero fastidioso. In ogni caso non dobbiamo dimenticare che esistono degli specifici rimedi naturali che possono essere di grande aiuto. Oltre a questi, si può fare ricorso anche a delle strategie particolari, che costituiscono dei piccoli trucchi da mettere in atto e che concorrono al nostro benessere generale. Molte volte provare non costa nulla: potrebbe essere la volta buona per smettere di russare, senza trascurare quali sono le cause della roncopatia, come, ad esempio l’apnea notturna, e agendo direttamente su di esse.

    I rimedi naturali

    Fra i rimedi per evitare il disturbo ci sono delle ottime soluzioni naturali, che possiamo tenere in considerazione. La fitoterapia ci mette a disposizione la perilla o basilico della Cina. Si utilizza in particolare l’olio estratto dai semi, che sono ricchi di flavonoidi e di acidi grassi omega 3 e omega 6. Notevoli sono gli effetti antiallergici e antinfiammatori.

    Se la causa del nostro russare è da rintracciare nel sovrappeso, possiamo utilizzare delle erbe dimagranti (fucus, Gymnema e Garcinia, tarassaco), che contribuiscono a ridurre il peso corporeo e a disintossicare l’organismo, favorendo il sonno senza disturbi.

    Potrebbe essere utile anche un cucchiaio di sale sciolto in un bicchiere d’acqua. In questo modo si può mettere a punto una soluzione, con la quale inumidire le mucose nasali più volte al giorno e soprattutto la sera, prima di andare a dormire. Il rimedio ha un’azione disinfettante e decongestionante.

    I trucchi

    Ci sono anche dei trucchi per non russare.

    Potete provare a dormire su un fianco, per evitare che a pancia in su i tessuti del palato molle si rilassino e inizino a vibrare. Ci sono anche strumenti utili per farci assumere questa posizione, come il bracciale che dà lievi scosse o i cuscini antirussamento, con i quali è impossibile dormire supini a causa del rialzo di cui sono dotati, in corrispondenza della colonna cervicale.

    Per evitare di respirare male e non ostruire la trachea, sarebbe preferibile dormire con la testa un po’ più sollevata, magari con un cuscino in più. Ci sono poi i bite, degli apparecchi in plastica usati dai pugili, che si tengono fra i denti, impedendo alla lingua di ostruire la trachea.

    Ricordiamoci anche di umidificare l’ambiente, perché l’aria troppo secca irrita le narici, costringendo a respirare con la bocca e acuendo il problema.

    E’ importante non abbuffarsi la sera a cena ed evitare le fritture, i condimenti, i latticini e l’alcool. Si dovrebbe cercare di evitare di coricarsi subito dopo aver mangiato, per evitare difficoltà connesse con il processo di digestione. Inoltre, per rilassarsi, si può fare una doccia calda prima di andare a letto, in modo da liberare anche le fosse nasali intasate e facilitare il passaggio dell’aria. Si usano anche delle particolari tecniche di registrazione per scoprire i disturbi legati al russare.

    Si calcola che sono tredici milioni gli Italiani che russano. Il problema potrebbe essere limitato, se si evitasse di prendere sonniferi, i quali, inducendo un sonno profondo, contribuiscono al rilassamento dei muscoli della faringe e all’aumento delle vibrazioni delle corde vocali. Cerotti e spray possono essere d’aiuto, ma solo nel caso dei disturbi lievi.

    653

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereRimedi naturaliSonnoTerapie Alternative
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI