Rinite: sintomi, cause e cura

Rinite: sintomi, cause e cura
da in Apparato respiratorio, Infiammazioni, Mucose, Naso
Ultimo aggiornamento:

    Naso raffreddore

    La rinite è una patologia che provoca dei sintomi abbastanza fastidiosi: per poter capire la giusta cura da intraprendere, è importante conoscerne le cause. La rinite è caratterizzata dall’infiammazione della mucosa nasale e ciò può essere dovuto a fattori di natura anatomica, infettiva o irritante. Ma qual è la sintomatologia esatta legata alla rinite? Quali le sue cause e il trattamento da intraprendere per poter giungere alla guarigione? Scopriamo di più in merito.

    Cos’è la rinite? Come anticipato prima, si tratta di una patologia caratterizzata dall’infiammazione della mucosa nasale e ciò può essere dovuto a fattori di natura irritante, infettiva – ad esempio, a batteri o virus – o anatomica, per eccesso di sensibilità o numero di capillari presenti nella mucosa nasale. Il naso è essenziale per la respirazione – più della bocca – perché è in grado di proteggere i polmoni da aggressori esterni: per questa ragione, quando la respirazione nasale è ostacolata – come, ad esempio, nel caso della rinite allergica o della rinite infettiva – è possibile che si verifichino delle conseguenze anche nel resto del sistema respiratorio e del corpo.

    I sintomi della rinite includono prurito al naso e alla gola, starnuti, difficoltà di respirazione, ostruzione nasale, tosse, voce nasale, ageusia, alitosi, anosmia, sangue al naso, sangue nella saliva, congiuntivite, disgeusia, cacosmia – di cui è necessario riconoscere i sintomi - febbre, dispnea – di cui esistono diverse tipologie - gocciolamento nasale, secchezza nasale, mal di testa, eccessiva lacrimazione agli occhi, riduzione del senso dell’odore e arrossamento e prurito agli occhi. Il sintomo principale è, ad ogni modo, la rinorrea – ovvero, lo scolo nasale – e la sensazione di naso chiuso.

    Quali sono le cause della rinite? Questa patologia può essere provocata dall’esposizione a determinate sostanze, come gli allergeni: per questo motivo, è conosciuta anche come rinite allergica e, in questo caso, gli allergeni possono provenire dall’esterno, come nel caso di pollini di graminacee o acari della polvere e muffe. Può, poi, essere causata da fattori infettivi – ad esempio, batteri o virus – o anatomici.

    Certamente, vi sono anche dei fattori di rischio che possono scatenare la rinite: allergie nella storia familiare, inquinamento ambientale, esposizione agli allergeni domestici, asma, aria fredda, profumi, odori forti o fumo di tabacco.

    Alla comparsa di segni e sintomi, è necessario contattare il medico che – eseguendo degli esami e delle analisi – stabilirà la diagnosi e la terapia più adatta al caso specifico. Oltre alla visita medica, allo studio dei sintomi e agli esami del sangue, potrebbe essere necessario effettuare altri test, come l’identificazione dell’allergene – ovvero, il prick test – l’analisi degli occhi, delle orecchie, del torace e della cute o l’esame del naso conosciuto come rinoscopia.

    Quali sono i rimedi contro la rinite? La cura dipende dalla causa scatenante ma, generalmente, è previsto l’utilizzo di determinati farmaci – come gli antistaminici e i cortisonici topici – e l’immunoterapia: l’immunoterapia è usata per desensibilizzare e indurre tolleranza nei confronti dell’eventuale allergene, somministrando dosi progressive di quest’ultimo. Pare, inoltre, che un valido aiuto nei confronti della rinite sia rappresentato dalla fitoterapia: l’echinacea, ad esempio, ha un effetto benefico sul sistema immunitario; le foglie di ortica riducono il gonfiore tissutale; l’aglio riduce lo stato allergico e la curcuma ha proprietà antinfiammatorie. Anche l’aromaterapia, poi, può essere utile: ad esempio, gli oli essenziali di menta, pino e basilico riducono la congestione; l’olio essenziale di lavanda rilassa il sistema nervoso e quello di rosmarino aiuta a decongestionare il senso di oppressione alla testa. Inoltre, se si tratta di rinite infettiva di natura batterica, può rendersi necessaria la somministrazione di antibiotici.

    Infine, la prognosi dipende da diversi fattori: dalla tempestività di intervento, dalla causa scatenante e dalla gravità della situazione, oltre che dall’età e dallo stato di salute del paziente.

    792

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Apparato respiratorioInfiammazioniMucoseNaso
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI