Rimedi naturali per la stitichezza

Rimedi naturali per la stitichezza
da in Lassativi, Rimedi naturali, Stitichezza
Ultimo aggiornamento: Sabato 10/09/2016 07:07

    rimedi naturali stitichezza

    Ci sono vari rimedi naturali per la stitichezza. Quest’ultima può essere davvero fastidiosa e spesso c’è chi fa i conti con questo disturbo anche per lunghi periodi. Ecco perché è importante poter ricorrere a delle soluzioni naturali, in modo da contrastare il problema e contribuire al nostro benessere. Non è detto, infatti, che i farmaci rappresentino sempre l’unico rimedio giusto. Anche la natura ci dà una mano. Ma che cosa possiamo utilizzare come lassativi naturali? Ci sono alcuni cibi in particolare. Fra essi possiamo ricordare i fichi d’India, le prugne, i legumi. E poi un elemento fondamentale: bere tanta acqua.

    cereali integrali stitichezza

    Molto utili per il benessere intestinale sono i cereali integrali. Si tratta di quelli utilizzati per la colazione, del pane, del riso, dell’orzo e del miglio. Però bisogna essere sicuri che in ciò che compriamo non ci sia contenuta la crusca, perché essa si può rivelare irritante per l’apparato digerente.

    fichi d india stitichezza

    Spesso si pensa il contrario, ma i fichi d’India, consumati maturi e con moderazione, sono ottimi per il loro blando effetto lassativo. Possono essere consumati a tale scopo sia freschi che essiccati. Naturalmente dobbiamo saperci regolare con le dosi, senza esagerare. I loro piccoli semi contribuiscono in maniera eccezionale a pulire l’intestino.

    prugne stitichezza

    Le prugne sono piuttosto conosciute come rimedio naturale contro la stipsi. Sono ricche di vitamina A e di potassio, riescono ad abbassare il colesterolo e aiutano a prevenire le patologie che interessano l’apparato cardiocircolatorio. Un vero toccasana anche contro la stitichezza cronica, sia che il problema interessi gli anziani sia che ne siano coinvolti i bambini.

    legumi stitichezza

    Contro l’intestino pigro da non dimenticare i legumi, che contengono molte fibre adatte a garantire il corretto transito intestinale. Se abbiniamo il loro consumo a quello dei cereali, il nostro organismo ne può beneficiare soprattutto in termini di amminoacidi.

    barbabietole stitichezza

    Forse non tutti conoscono l’effetto delle barbabietole, che andrebbero consumate bollite. Esse sono in grado di svolgere anche un’azione diuretica e abbondano di acido folico. Quest’ultimo si rivela abbastanza utile in gravidanza, perché la stitichezza è molto frequente durante la gestazione. Il responsabile è il progesterone, un ormone che serve ad evitare che avvengano contrazioni dell’utero nel corso dei primi 7 – 8 mesi. Esso esercita un’azione miorilassante su tutti i muscoli del corpo, compresi quelli intestinali.

    olio d oliva stitichezza

    Un modo naturale per contrastare la stitichezza consiste nell’usare l’olio d’oliva. Bisogna utilizzarlo per massaggiare l’addome delicatamente. L’operazione va ripetuta per circa 20 minuti, effettuando dei movimenti in senso orario. Se ne ricava un grande beneficio, a vantaggio della regolarità intestinale.

    liquirizia stitichezza

    La liquirizia, dalle tante proprietà benefiche e curative, può essere considerata un lassativo naturale. Possiamo utilizzarla, preparando una tisana. Lasciamo in infusione una radice di liquirizia per circa 20 minuti e poi beviamo l’infuso, prima di andare a dormire. Per stimolare l’attività intestinale, in alternativa, possiamo masticare la liquirizia o mangiare delle caramelle preparate a base di questo ingrediente. Dovrebbe fare attenzione, però, chi soffre di pressione alta.

    malva stitichezza

    La malva ha importanti poteri lassativi. Anche in questo caso una tisana può fare al caso nostro. Lasciamo in infusione questa pianta per almeno 20 minuti. Aspettiamo il tempo che si raffreddi e beviamo l’infuso prima di andare a letto.

    acqua di cocco stitichezza

    L’acqua di cocco è un efficace lassativo naturale, che può essere utilizzato in tutti quei casi in cui l’intestino non risponde con i suoi ritmi regolari. Questo prodotto, inoltre, è un toccasana in generale per l’organismo, in quanto contribuisce a regolarizzare i livelli di colesterolo nel sangue e aiuta a pulire il canale urinario.

    semi di lino stitichezza

    I semi di lino hanno spiccate proprietà lassative. Per contrastare la stitichezza bisognerebbe mangiarne 2 cucchiai al giorno. Dopo averli ingeriti, proviamo a bere un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente. Possiamo mangiarli anche abbinandoli ad un vasetto di yogurt.

    carote stitichezza

    La carota è un ortaggio che si rivela utile per combattere la stipsi: ammorbidisce le feci e quindi queste possono essere espulse più facilmente.

    uva stitichezza

    Anche l’uva può esercitare un effetto lassativo, se la consumiamo con regolarità. Contribuisce notevolmente a depurare l’organismo grazie alle sostanze di cui è ricca.

    pere stitichezza

    Per ottenere l’effetto lassativo determinato dalla pera, bisognerebbe mangiarla matura. Scegliamone una di dimensioni medie e consumiamola dopo la colazione o dopo aver cenato.

    arance stitichezza

    L’arancia è molto utile per evitare che si accumulino residui alimentari nel colon. Si dimostra importante contro la stipsi: consumiamone una o due la sera prima di andare a dormire e poi di nuovo il mattino successivo.

    ciliegie stitichezza

    Per combattere la stitichezza possiamo ricorrere anche alle proprietà benefiche delle ciliegie. Questo frutto, infatti, può esercitare un’azione lassativa, oltre che diuretica.

    acqua stitichezza

    Il segreto per tutti è aumentare il consumo di acqua, che si rivela fondamentale per far funzionare l’organismo. Se le fibre degli alimenti vegetali riescono ad assorbire acqua, possono aumentare il volume della loro massa nell’intestino e favoriscono così l’espulsione delle feci, trasportando meglio anche le tossine. Bisognerebbe berne almeno 2 litri al giorno.

    1565

    LEGGI ANCHE