NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Ricerca: scoperta proteina che cancella ricordi traumatici

Ricerca: scoperta proteina che cancella ricordi traumatici

Una proteina, collocata in una parte specifica del cervello, che sarebbe ingrado di cancellare per sempre i ricordi più traumatici: ecco quanto hanno scoperto i ricercatori Usa

da in Memoria, News Salute, Proteine, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Scoperta la proteina che rimuove i ricordi brutti

    Quando si subisce un trauma, una perdita, si attraversano momenti difficili, spesso rimangono sempre i ricordi indelebili di quegli istanti, di quei giorni e di quei mesi, come un segno indelebile, che fa soffrire. Ora, grazie ai ricercatori statunitensi della John Hopkins University, quei pezzi di passato da dimenticare potrebbero essere spazzati via, per ricominciare una vita senza le ombre delle sofferenze pregresse: è stato identificato una sorta di interruttore dei ricordi traumatici, una proteina, in grado di cancellarli dalla memoria.

    Una scoperta davvero interessante, quella riportata sulle pagine della rivista Science Express: una proteina capace, secondo gli studiosi d’oltreoceano di eliminare per sempre i ricordi traumatici dalla mente umana, che potrebbe aprire nuove prospettive per la cura del disturbo da stress post-traumatico.

    I ricercatori sono giunti alla scoperta, attraverso una sperimentazione effettuata sulle cavie da laboratorio: dopo aver identificato la particolare proteina capace di imprimere nella memoria i ricordi più dolorosi, nell’amigdala, una precisa area cerebrale, ne hanno valutato gli effetti sui topi, sottoposti a un trauma, a un evento spaventoso. Se in presenza della proteina, il ricordo della paura vissuta rimaneva vivo nei poveri topolini, nei topi ingegnerizzati e privati della proteina il ricordo pauroso non rimaneva impresso nella loro memoria.

    “L’idea è di eliminare queste proteine e di indebolire i collegamenti con il trauma creati nel cervello, in modo da cancellare la stessa memoria. Può sembrare fantascienza la capacità di eliminare selettivamente i ricordi, ma questo un giorno potrebbe essere applicabile per il trattamento di memorie debilitanti, come la sindrome da stress post-traumatico legata ad esempio alla guerra, agli stupri o altri eventi traumatici” ha sottolineato Richard Huganir, che ha guidato la ricerca.

    364

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MemoriaNews SaluteProteinePsicologiaRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI