Ribes nigrum: proprietà, controindicazioni e posologia

Il ribes nigrum ha proprietà antinfiammatorie e depurative. Agisce in modo benefico sulla circolazione del sangue. La posologia è compresa fra le 20 e le 50 gocce, ma può causare qualche problema di allergia e qualche altro effetto collaterale.

da , il

    Il ribes nigrum può essere considerato principalmente un antistaminico naturale, anche se in realtà le sue proprietà sono davvero molte. Rafforza il sistema immunitario, agisce sulla circolazione, è decongestionante e quindi è utile contro il raffreddore, contrasta la ritenzione idrica. In ogni caso, a parte qualche piccolo problema di natura allergica e qualche altro effetto collaterale che ne potrebbero derivare, i suoi effetti sono benefici e contribuiscono al nostro benessere generale.

    Rafforza il sistema immunitario

    Le proprietà del ribes nigrum consistono in maniera specifica nel suo avere un effetto antiossidante, antinfiammatorio e depurativo. Questa pianta è ricca di vitamina C e di antocianosidi, che svolgono la funzione di rafforzare il sistema immunitario e di alleviare i disturbi respiratori.

    E’ utile per la circolazione

    Inoltre, possono avere degli effetti benefici per quanto riguarda la circolazione e la fragilità dei capillari. Ecco perché gli estratti sono utili per risolvere alcuni problemi, come le emorroidi, le varici e le gambe pesanti, specialmente in gravidanza. Molto utili anche in caso di raffreddore, tosse e mal di gola.

    Ha un’azione depurativa e immunostimolante

    Ne trae beneficio anche chi soffre di ritenzione idrica. Le foglie, ricche di ponifenoli, hanno proprietà depurative e diuretiche e si utilizzano sotto forma di infusi e di tintura madre, per favorire l’eliminazione dell’acido urico, per ridurre il livello di colesterolo e drenare l’organismo. I frutti e le gemme sono importanti per rinfrescare e per proteggere la retina. Inoltre, hanno un’azione immunostimolante, per combattere la stanchezza e prevenire le malattie influenzali.

    La posologia

    Il ribes nigrum può essere considerato un vero e proprio punto di riferimento, al livello di macerato glicerico. In genere, ne vanno prese 50 gocce al risveglio, un quarto d’ora prima dei pasti, e in più altre 50 alle 15. Un dosaggio più alto può essere riservato per usi specifici. Le gocce vanno diluite un po’ nell’acqua e tenute in bocca per qualche istante, prima di essere deglutite. In questo modo ci assicuriamo che la sostanza venga assorbita completamente. Contro le allergie, è bene assumerne 30 – 50 gocce 2 – 3 volte al giorno, per 2 – 4 mesi.

    Le controindicazioni

    Considerando le controindicazioni del ribes nigrum, particolare cautela dovrebbe essere riservata per chi soffre di ipertensione arteriosa. Sono state segnalate alcune reazioni allergiche, inoltre si dovrebbe fare attenzione per chi è in cura con farmaci particolari, come fluidificanti del sangue, medicinali contro l’epilessia o contro la schizofrenia, perché l’olio di ribes nero può aumentare la probabilità di convulsioni. Al contatto con la pelle ci possono essere delle irritazioni. Altri effetti collaterali possono essere costituiti da eruzioni cutanee, da gonfiore e irritazioni della gola e da difficoltà respiratorie. Ai bambini si dovrebbe dare sopra i tre anni.