Reni: troppa carne rossa aumenta il rischio di tumore

Reni: troppa carne rossa aumenta il rischio di tumore

Una ricerca statunitense ha sottolineato come un consumo esagerato di carne rossa, cotta alla brace o su superficie metallica calda, rappresenti un elevato fattore di rischio per l’insorgenza di tumore ai reni

da in Alimentazione, Carne, Malattie cardiovascolari, Reni, Ricerca Medica, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    reni carne rossa tumore

    Il rischio di tumore ai reni aumenta se si mangia spesso carne rossa. Questo, secondo gli studiosi statunitensi, spiegherebbe sia l’insorgenza di cancro renale ma anche di patologie a carico del sistema cardiovascolare. Infatti, la presenza continua della carne rossa nella propria dieta rappresenta un fattore di rischio importante anche per quanto riguarda l’accumulo di placche nelle arterie.

    L’elevato rischio di insorgenza di tumori ai reni è dato sia dalla carne in sé ma anche dalla modalità di cottura: infatti, la maggior parte delle persone cuoce questo tipo di alimento alla griglia (quindi a stretto contatto con la brace e con le sostanze cancerogene probabilmente presenti) o su una superficie metallica calda. Che il consumo continuo di carne rossa sia un pericolo per la salute è il risultato di una ricerca statunitense condotta dagli studiosi dell’Health Science Center dell’Universita’ del North Texas.

    I ricercatori hanno coinvolto per lo studio, pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, 500 mila volontari (o meglio i dati pervenuti da interviste effettuate in circa nove anni), con un’età superiore ai 50 anni.

    A circa 1.800 di queste persone è stato diagnosticato un tumore ai reni, sicuramente favorito anche da altri fattori, propri di ciascun volontario, come il fumo, l’ipertensione, il diabete. Però è anche vero che tutte queste persone hanno affermato di consumare spesso carne rossa, in quantità elevate, preferendola sicuramente alla carne bianca, di pollo o di coniglio, molto più magra e salutare.

    311

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneCarneMalattie cardiovascolariReniRicerca MedicaTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI