Rene: quello artificiale creato per la prima volta in laboratorio

Rene: quello artificiale creato per la prima volta in laboratorio

Un gruppo di ricercatori scozzesi, dell’Università di Edimburgo, ha creato, per la prima volta, un rene artificiale, a partire dalle cellule staminali del liquido amniotico

da in Cellule Staminali, News Salute, Primo Piano, Ricerca Medica, Trapianti
Ultimo aggiornamento:

    rene artificiale laboratorio

    Il primo rene artificiale è stato creato, per la prima volta in un laboratorio scozzese. Questo grande evento si è potuto creare grazie alle cellule staminali. L’utilizzo di queste ultime sta avendo un grande successo e diffusione in molti campi della medicina e della ricerca. La creazione di un rene artificiale è un grande passo avanti, soprattutto, perché può riaccendere la speranza ai pazienti in lista per il trapianto.

    Come accennato sopra, questa ricerca è stata condotta da studiosi scozzesi dell’Università di Edimburgo, e presentato dagli stessi, all’Edinburgh International Science Festival. Per ora lo studio si è soffermato al laboratorio, ma gli scienziati sperano, che tra dieci anno possa essere sperimentato sull’uomo.

    Come è stato possibile creare l’organo in un laboratorio?

    Gli studiosi hanno utilizzato le cellule staminali prelevate dal liquido amniotico umano, e le hanno miscelate con quelle fetali animali. Grazie a questo mix di cellule è stato possibile, per i ricercatori “coltivare” l’organo. Per ora quello ottenuto è largo mezzo centimetro, ma tra le speranze degli studiosi vi è proprio quella, che una volta impiantato nel corpo possa crescere e svilupparsi. Inoltre, grazie al fatto che le cellule staminali apparteranno al paziente, sottoposto a trapianto, non ci sarà il problema del rigetto.

    257

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cellule StaminaliNews SalutePrimo PianoRicerca MedicaTrapianti
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI