Reflusso gastroesofageo: l’utilizzo degli inibitori di pompa associato ad aumento di peso

Reflusso gastroesofageo: l’utilizzo degli inibitori di pompa associato ad aumento di peso

Occorre ricordare che all’interno della famiglia degli inibitori di pompa protonica che manifestano tale caratteristica vi sono anche altre molecole quali il Lansoprazolo ed il rebeprazolo, ovvero, per meglio intenderci, Lansox e Pariet, questi i due nomi commerciali più noti di tali principi attivi per i pazienti italiani

da in Farmaci, Malattie, Reflusso gastroesofageo
Ultimo aggiornamento:

    Inibitore di pompa

    Assumete Antra o qualsiasi altro inibitore della pompa protonica, sicuramente state curando al meglio una delle patologie per cui trovano miglior indicazione questi moderni ritrovati farmacologici, ma dovrete anche sapere che secondo una recente ricerca giapponese, tali farmaci sono associati nel tempo all’aumento di peso da parte di chi l’assume in maniera prolungata ed a dosaggio pieno.

    Occorre ricordare che all’interno della famiglia degli inibitori di pompa protonica che manifestano tale caratteristica vi sono anche altre molecole quali il Lansoprazolo ed il rebeprazolo, ovvero, per meglio intenderci, Lansox e Pariet, questi i due nomi commerciali più noti di tali principi attivi per i pazienti italiani.

    Nello studio che è stato affrontato su una popolazione limitata di volontari, si sarebbe visto che l’aumento del peso corporeo dei pazienti sottoposti a controllo era orientativamente di circa tre chili dopo il trattamento prolungato con tali farmaci cui seguiva anche un aumento dell’indice di massa corporea; solo una piccola percentuale di pazienti sfuggiva a questa regola, ovvero il 12% dei volontari che si sono sottoposti all’osservazione.

    Poiché la patologia che è stata studiata e che richiedeva l’utilizzo di tali farmaci era rappresentata dal reflusso gastroesofageo, si può concludere affermando che, il trattamento di lungo periodo con gli inibitori della pompa protonica è associato a guadagno di peso corporeo, per quello che si sa fino adesso, solo nei pazienti con malattia da reflusso gastroesofageo.

    ( Xagena2009 )

    Yoshikawa I et al, World J Gastroenterol 2009; 15: 4794-4798

    Gastro2009 Farma2009 Endo2009

    303

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciMalattieReflusso gastroesofageo
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI